Che cosa guardare in streaming? Te lo dice Google, o almeno ci prova...

Cercare programmi TV e film su Google è possibile grazie ad una nuova funzione, tanto bella graficamente, quanto carente altrove.
Che cosa guardare in streaming? Te lo dice Google, o almeno ci prova...
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Nel tentativo di farsi portatore di tutto ciò che gli utenti potrebbero cercare, Google vuole suggerirvi anche quali serie TV e film potete vedere in streaming dai principali servizi, e lo fa con un carosello di contenuti dalla grafica accattivante, raggiungibile semplicemente cercando che cosa guardare su Google. Peccato che non sia tutto oro quel che luccica.

Che Cosa Guardare: come funziona

 La navigazione da desktop è piacevole e intuitiva, ma dopo l'entusiasmo iniziale si notano anche le carenze.

La navigazione da desktop è piacevole e intuitiva, ma dopo l'entusiasmo iniziale si notano anche le carenze.

Su desktop la presentazione è ottima: un carosello di contenuti che reagiscono al passaggio del mouse, ingrandendosi ed animandosi, con la possibilità di vedere subito l'eventuale trailer o di guardare proprio il contenuto stesso sui servizi cui siamo abbonati, ma anche eventualmente di acquistarlo/noleggiarlo. I servizi di streaming supportati sono:

  • Netflix
  • Prime Video
  • Apple TV+
  • Disney+
  • Infinty TV

Verranno consigliati inoltre contenuti anche da YouTube / Play Film da noleggiare o acquistare.

 Tutti i filtri disponibili: tanti, ma non abbastanza.

Tutti i filtri disponibili: tanti, ma non abbastanza.

È possibile sia filtrare il tipo di contenuti (programmi TV, film o entrambi) che i servizi di streaming, in modo da non ricevere suggerimenti da quelli a cui non siete abbonati, che i contenuti stessi. Per farlo avrete a disposizione una serie di opzioni predefinite e non modificabili, che potete vedere nella loro interessa tramite lo screenshot qui sopra.

Da mobile l'esperienza è simile a quella desktop, con le opportune differenze del caso. Non c'è infatti un mouse per ingrandire le varie schede, ma dovrete semplicemente tapparci sopra e si aprirà un carosello con ancora più informazioni di quelle presenti su desktop. Avrete infatti una breve sinossi del contenuto, con la possibilità di segnare se l'aveste già visto, e con l'opzione per aggiungerlo alla vostra lista titoli, disponibile in una scheda separata nella home del servizio.

Rimangono gli stessi filtri già visti su desktop, anche se sono a scorrimento orizzontale. L'eventuale trailer, dove presente, è raggiungibile cliccando sulla copertina del contenuto, però non aprirà il video al suo interno, ma vi rimanderà all'app di YouTube.

Da notare però che, da mobile, potreste essere invitati a partecipare ad un sondaggio per migliorare la personalizzazione del servizio. Vi verranno fatte vedere una serie di locandine di film, senza informazioni aggiuntive, e voi potrete dire se vi piace o meno, o ignorarlo. La galleria qui sotto, catturata da Android, è un buon esempio di quanto appena detto.

È inutile comunque dilungarsi troppo nello spiegare un servizio così semplice, che potete testare da soli cercando su Google che cosa guardare (mi raccomando il "che" sennò non funziona, ma potete provare varianti tipo "cosa guardare su netflix" e affini). C'è anche un'utile pagina di supporto ufficiale che vi invitiamo a consultare in caso di dubbi.

Cosa non funziona

A dispetto della buona prima impressione, il servizio di Google presenta diverse carenze, al momento, a mio modo di vedere. Per rendere più evidente quante siano, proveremo a riassumerle per punti, senza alcun ordine di importanza.

  • Da desktop non c'è alcuna informazione sui vari contenuti proposti. Una loncandina ed un titolo non sono sufficienti a capire di che cosa si tratti, i trailer non sono sempre presenti, e quando presenti si aprono comunque in una scheda a parte su YouTube, frammentando la navigazione.
  • I filtri sono pochi, e scomodi. Da desktop si possono almeno vedere tutti assieme, da mobile sono a scorrimento orizzontale, che è orribile. I filtri mescolano inoltre sia generi che servizi di streaming e sono ordinati in modo del tutto casuale, rendendone confusionario l'utilizzo. Inoltre sono insufficienti a coprire anche solo una query banale come "contenuti per bambini" o per famiglie.
  • Anche filtrando un po', i contenuti restano tantisismi. Spesso ci sono almeno 10 righe di suggerimenti (17 sulla home), ciascuna a scorrimento orizzontale (circa 6 clic ciascuna).
  • La gestione dei preferiti da desktop è pessima. Si capisce chiaramente che è pensata in un'ottica mobile, perché da PC non c'è una scheda dedicata, ma dovrete raggiungere questo link per consultarli, e non li potrete rimuovere direttamente ma dovrete cliccare sulla scheda del film, e poi, nel box informativo che si aprirà sulla destra, averte la possibilità di togliere la spunta dal preferito.
  • Non è possibile cercare un contenuto più specifico, a meno che non vi venga proposto. Selezionando "animazione", nei filtri comparirà "Harley Quinn", ma non "Batman" per esempio; buona fortuna quindi nel cercare un anime di One Piece. In questo senso, se aveste in mente un contenuto preciso da vedere, vi consigliamo di consultare il nostro trova streaming.

Con questo non vogliamo dire che il servizio di Google sia pessimo, ma che avrebbe bisogno di essere rivisto sotto molti aspetti per diventare più utile, soprattuto su desktop (la vocazione mobile è evidente), anche perché ruba tanto spazio nei risultati di ricerca a contenuti magari migliori, ma che in questo modo vengono più facilmente ignorati.

Commenta