DuckDuckGo promette di bloccare i cookie di Google… se Google glielo permetterà

Enrico Gargiulo

In questo tiro alla fune che vede gli interessi economici da una parte e la tutela della privacy dall’altra, noi utenti finali ci ritroviamo ad essere strattonati un po’ da una parte e un po’ dall’altra. DuckDuckGo è solo uno degli strumenti che abbiamo per salvaguardare almeno parzialmente i nostri dati e di recente ha annunciato che intende impedire a Google di raccoglierli tramite i suoi FLoC.

Nemmeno due settimane fa vi abbiamo spiegato cosa siano questi FLoC (Federated Learning of Cohorts technology) e di come il più forte motore di ricerca al mondo abbia chiarito che saranno assai meno attenti ai dati di navigazione dei singoli utenti: questi nuovi cookie attingeranno a dati forniti da gruppi creati dal browser per riuscire comunque a generare pubblicità pertinenti.

LEGGI ANCHE: Brave sfida Google con un browser incentratosulla privacy

Numerosi avvocati interessati alla privacy riferiscono che, nonostante questa evoluzione porti certamente a a un miglioramento nella tutela dei dati personali, non sarebbe comunque sufficiente a garantire che alcune informazioni non riescano a condurre a un singolo utente specifico. Diverse società si stanno attivando per bloccare, oltre ai cookie di terze parti, anche questi nuovi, che Google si prepara a raccogliere, al momento attraverso una fase di sperimentazione, e DuckDuckGo ha promesso un’estensione per Google Chrome che faccia proprio questo. C’è da vedere se Google accetterà che venga resa disponibile contro i propri interessi.

Via: TheVerge