Twitter venduto a Elon Musk per 44 miliardi di dollari

Twitter venduto a Elon Musk per 44 miliardi di dollari
Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Dopo settimane di tira è molla è ufficiale: Twitter è stato acquisito da Elon Musk per 44 miliardi di dollari. Come anticipato nelle scorse ore dal Wall Street Journal è stata confermata la volontà di concludere l'affare. (Volete improvvisamente scappare da Twitter? Ecco come disattivare il proprio profilo.). Il 13 maggio l'affare è stato momentaneamente sospeso.

La cifra è quindi ancora leggermente salita rispetto ai 41 miliardi iniziali e ha ribaltato una situazione che sembrava non risolvibile solo pochi giorni fa. Le due parti si sono accordate per un valore di 54,20$ ad azione. Al termine di questa operazione, che dovrebbe concludersi entro il 2022 e che dovrà passare dall'approvazione degli azionisti e degli organi di regolamentazione, Twitter diventerà un'azienda privata. L'operazione è già stata approvata dal consiglio di amministrazione di Twitter.

Elon Musk ha confermato il tutto con un tweet dove fa sapere che Twitter deve rimanere una piazza libera, dove tutti possano discutere del futuro dell'umanità. Ha promesso che verrà arricchito di nuove funzioni, reso open source per aumentare la fiducia in lui, verranno contrastati maggiormente i bot, mentre gli essere umani saranno invece "autenticati".

"Twitter ha un potenziale enorme, non vedo l'ora di lavorare con l'azienda e gli utenti per sbloccarlo".

Segui l'argomento

Tutti gli articoli sull'argomento

Mostra i commenti