Facebook vuole cambiarsi nome

Facebook vuole cambiarsi nome
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Facebook sta pensando di cambiare il nome della società già a partire dalla prossima settimana. Un po' come successo per Google quindi, che a livello di società già da molto tempo si chiama Alphabet Inc., anche Facebook Inc. cambierà volto.

L'idea è quella di passare ad un nome che rifletta la direzione intrapresa dalla società, ovvero il focalizzarsi sul "metaverso". Avevamo parlato proprio del metaverso di Facebook e dell'idea di diventare una "metaverse company" a fine luglio, non molto tempo fa quindi. Ma in soldoni, cosa significherebbe?

Per come l'ha descritto Facebook, il metaverso sarebbe un ambiente virtuale dove si può essere presenti con altre persone in spazi digitali, come una sorta di internet incarnato nel quale si può essere dentro. Sembra un chiaro riferimento a Ready Player One, e in effetti non gli si allontana molto. Il tutto probabilmente si baserebbe su Oculus, il marchio di Facebook legato alla realtà virtuale.

Tornando al cambio di nome, è stato The Verge a diffondere per primo la notizia, ottenuta grazie ad una fonte interna anonima. Il cambio sarà probabilmente annunciato dallo stesso Mark Zuckerberg il 28 ottobre prossimo, durante la conferenza annuale Connect. Addirittura, secondo la fonte, il nome potrebbe anche essere annunciato prima, vista l'ambizione della società di essere conosciuta non solo per il suo social network Facebook.

Il social Facebook diventerebbe insomma "solo" uno dei tanti prodotti sotto la società che controlla Instagram, WhatsApp, Oculus e altre realtà più o meno importanti. Da quanto riportato da The Verge, il cambio di nome potrebbe avere a che fare con Horizon, la versione VR di Facebook in sviluppo da anni che di recente è stata rinominata Horizon Worlds. Giusto qualche giorno fa sono stati annunciati un investimento di 50 milioni di dollari per la realizzazione di un metaverso "responsabile", ovvero che abbia rispetto della privacy, della sicurezza, dell'uguaglianza e dell'inclusione, e la volontà di assumere 10.000 nuovi dipendenti per lavorare alla versione europea del metaverso.

Commenta