A Facebook non interesserebbero più i podcast

A Facebook non interesserebbero più i podcast
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Meta l'ha già detto: la priorità sono il metaverso e i video, tutto il resto, segna il passo. Quindi una serie di funzioni dedicate all'audio e introdotte l'anno scorso sulla scia dell'entusiasmo per Clubhouse, verranno ridimensionate. 

Nello specifico, si parla delle chat room audio e dei podcast, che volevano essere una risposta non solo a Clubhouse, ma anche a Spotify e Apple Podcast. La paura di essere tagliati fuori da un nuovo mercato aveva spinto i dirigenti dell'azienda addirittura a pensare di avviare un programma di formazione per attirare i podcaster verso la piattaforma, poi mai realizzato. A quanto pare, come riportato da Bloomberg, l'azienda di Mark Zuckerberg vorrebbe ora tagliare a poco a poco le funzioni.

Come infatti comunicato a podcaster e creator nelle sue "Conversazioni", Facebook vorrebbe infatti promuovere maggiormente eventi nel metaverso e lo shopping online, pur rassicurandoli di non aver abbandonato del tutto il settore audio. 

La mossa sembra in linea con una riorganizzazione delle priorità di Meta in seguito ai risultati del quarto trimestre del 2021, che hanno visto per la prima volta un calo degli utenti attivi giornalieri di Facebook, probabilmente in seguito alle note vicende legate alla privacy e a una disaffezione sempre maggiore degli utenti giovani. Spazio quindi a video, con l'obiettivo di contrastare TikTok, e metaverso, almeno finché non arriverà un nuovo "nemico" che farà saltare sulla sedia Zuckerberg.

Mostra i commenti