Facebook si “vaccina” contro i contenuti fuorvianti sulla salute: ecco le novità introdotte

Vincenzo Ronca

Facebook dimostra di avere tra le sue priorità la diffusione di informazione obiettiva e fondata, combattendo le ormai note fake news che possono avere una doppia valenza negativa nell’ambito della salute.

Spesso sulla grande piattaforma sociale di Facebook sono emersi contenuti sulla salute sensazionalistici o fuorvianti, magari promotori di prodotti commerciali dalla dubbia provenienza con lo scopo di migliorare la salute degli acquirenti. A tal proposito Facebook ha deciso di intraprendere delle azioni concrete per contrastare la diffusioni di contenuti fuorvianti in questo contesto: verranno analizzate le frasi ricorrenti ed i termini usati nei contenuti per identificare quelli sensazionalistici e fuorvianti, basandosi sul fatto che i contenuti di tipo simile allo spam includono termini e frasi simili.

LEGGI ANCHE: LG G8s ThinQ, la recensione

Un approccio simile è stato intrapreso da Facebook anche nel contrastare i contenuti volti al clickbait. Lo scopo è quello di promuovere i contenuti di maggiore rilevanza scientifica e medica, contrastare invece quelli che mirano allo spam ed alla vendita di prodotti dalle dubbie potenzialità, come quelli che promettono la perdita di peso.

Facebook inizierà ad applicare questi nuovi criteri di contrasto a partire da questo mese: verrà arrestata la diffusione e condivisione di contenuti fuorvianti o esagerati sulla salute; le pagine che li generano o condividono non dovrebbero avere impatti negativi se ne fermano la promozione.

Fonte: Facebook