Comprare follower e like su Instagram sarà più difficile, dopo il duro giro di vite di Facebook

Edoardo Carlo Ceretti Il colosso guidato da Mark Zuckerberg ha deciso di adire le via legali contro 4 aziende cinesi che pubblicizzavano la vendita di like, follower e account fake.

La piaga degli account fake ha flagellato il mondo dei social media negli ultimi anni, arrivando ad influenzare le opinioni di milioni di persone a suon di notizie fuorvianti. Non solo, perché sui social network come Instagram si assiste ormai ad un giro di affari multimilionario e non si contano più i casi di utenti e realtà commerciali che traggono vantaggio e visibilità grazie all’acquisto di like e follower. Tutto ciò mette in cattiva luce i grandi colossi del web, che tuttavia da qualche tempo hanno dato via ad imponenti contromisure per arginare il problema. Come l’ultima iniziativa annunciata da Facebook.

Il gigante guidato da Mark Zuckerberg ha infatti dichiarato di aver adito le vie legali contro 4 aziende cinesi, la cui attività consisteva nella promozione e nella vendita di like, follower e account fake, tanto su Facebook e Instagram, quanto su altri servizi e siti online, tra cui Amazon, Google e Apple.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S10+, la recensione

L’azione legale vuole creare un precedente nella lotta alla proliferazione di pratiche simili, in modo che la pletora di servizi che offrono attività fraudolente di questo tipo possano essere smantellati nel corso dei prossimi mesi. Ma non si tratta dell’unica presa di posizione annunciata da Facebook perché, contestualmente, verranno anche disattivati milioni di account fake. Inoltre, gli strumenti di individuazione di queste pratiche, per stroncarle sul nascere, continueranno nel loro processo di affinamento, per un futuro speriamo libero da questi preoccupanti e scorretti fenomeni.

Fonte: Facebook