Fastweb e Samsung stanno provando a rimpiazzare la fibra con il 5G, a partire da Milano

Giuseppe Tripodi -

Samsung e Fastweb hanno siglato un accordo per una sperimentazione davvero interessante: le sue società stanno lavorando per testare la prima rete 5G Fixed Wireless Access (FWA), al fine di verificare se le connessioni 5G potranno rappresentare una valida alternativa alla fibra FTTH (fiber-to-the-home).

La sperimentazione è iniziata a febbraio a Milano, collegando numerose abitazioni ed uffici alla rete sperimentale FWA 5G, che utilizza lo spettro a 26 GHz acquisito da Fastweb durante l’asta per le frequenze del 5G di ottobre. I test continueranno per 5 mesi, ma i risultati sembrano già molto promettenti, con connessioni che hanno raggiunto la velocità di 1Gbps. Nelle prossime settimane, Fastweb e Samsung cercheranno di capire se questo genere di approccio può rappresentare il futuro delle reti casalinghe, verificando se il 5G FWA si rivelerà migliore della fibra per costi, velocità e complessità di realizzazione.

L’accordo tra le due società prevede che Samsung fornisca a Fastweb una soluzione 5G FWA end-to-end, che include rete core, antenne 5G per trasmettere su onde millimetriche e router 5G domestici, che verranno installati nelle case e gli uffici che partecipano alla sperimentazione. Al momento, le prospettive sembrano molto buone e potrebbero portare ottimi risultati sia per i fornitori che per i clienti: le antenne 5G sono compatte e facili da installare; inoltre, secondo quanto riferito, il 99% dei condomini è già dotato di un’antenna sul tetto, il che facilita ulteriormente le operazioni di installazione.

LEGGI ANCHE: TIM e Vodafone si alleano in vista del 5G: infrastrutture condivise per maggiore copertura ed efficienza

Per quel che riguara i router 5G casalinghi, sono auto-installanti, ossia bata semplicemente collegarli alla corrente per averli in funzione. Complessivamente, quindi, l’utilizzo di reti 5G FWA potrebbe semplificare le procedure per avere la banda ultralarga ovunque, accorciando le tempistiche rispetto alla realizzazione di reti FTTH e FTTB.

Di seguito la dichiarazione di Alberto Calcagno, CEO di Fastweb, e in fondo il comunicato stampa completo.

Questa sperimentazione ha già confermato le eccezionali performance delle reti 5G FWA e la capacità di questa tecnologia di offrie un servizio di connessione a banda ultralarga del tutto analogo a quello della fibra fino a casa alle famiglie e gli uffici in aree del paese non raggiunte dal FTTH.

Per compiere la nostra missione di rispondere alle esigenze di connettività del mercato e migliorare continuamente l’esperienza di navigazione degli utenti, punteremo sul 5G FWA per estendere la copertura della nostra infrastruttura a banda ultra-larga.

Con questa sperimentazione con Samsung confidiamo di dimostrare la fattibilità tecnica e commerciale del 5G FWA su bande millimetriche

Alberto Calcagno, CEO di Fastweb

Fastweb e Samsung sviluppano la prima sperimentazione 5G Fixed Wireless Access in Italia

I primi risultati del test hanno registrato una velocità di download di 1 Gbps, indicando la capacità delle reti 5G FWA di rappresentare una alternativa all’FTTH per la connettività domestica ultrabroadband   La fase successiva del trial, iniziata a febbraio a Milano, durerà cinque mesi per effettuare nuovi test sulla rete  

Samsung Electronics e Fastweb hanno annunciato oggi un accordo per sviluppare la prima sperimentazione 5G Fixed Wireless Access (FWA) su frequenze commerciali in Italia. Le due aziende stanno conducendo la sperimentazione per dimostrare come il 5G FWA sia in grado di rappresentare una valida alternative alle reti in FTTH (fiber-to-the-home) per realizzare connessioni ultrabroadband in grado di garantire ai clienti esperienze di navigazione a velocità “gigabit”.

La sperimentazione è già stata avviata all’inizio di Febbraio connettendo numerose abitazioni ed uffici a Milano, la seconda città italiana per grandezza, e andrà avanti per cinque mesi, sulla base dell’accordo firmato dalle due aziende. Nel corso della prima settimana di sperimentazione – che si avvale dello spettro a 26GHz recentemente acquisito da Fastweb nell’ambito dell’asta per le frequenze 5G dello scorso Ottobre – sono state raggiunte velocità di navigazione pari a 1 Gbps. Le fasi successivedel trail serviranno a verificare l’efficacia delle reti FWA 5G rispetto alle reti FTTH in termini di costi e velocità di realizzazione, così come a verificare potenziali complessità operative nella fornitura del servizio al cliente finale.

Samsung sta fornendo a Fastweb una soluzione 5G FWA end-to-end che include rete core, antenne 5G in grado di trasmettere su onde millimetriche per realizzare una copertura ad alta densità e garantire una connettività a banda ultralarga ai routers domestici 5G (Indoor Customer Premise Equipment), che verranno installati nelle case e uffici oggetto della sperimentazione.

Le antenne 5G Samsung sono compatte, facili e rapide da installare, mentre i dispositivi casalinghi sono auto-installanti. Queste caratteristiche rendono la tecnologia 5G Fixed Wireless Access decisamente più vantaggiosa rispetto alla realizzazione di reti FTTH o FTTB (fiber-to-the-home/Fiber-to-the-building) in termini di tempistiche per la fornitura del servizio e di costi, sia per l’operatore che per il cliente finale. Allo stesso tempo il servizio è caratterizzato da robustezza – essendo in grado di garantire connessioni a velocità gigabit/s – oltre alla capacità di supportare nuovi servizi in futuro.

“Siamo entusiasti di portare in Italia insieme a Fastweb le prime connessioni 5G FWA per offrire agli utenti velocità sempre più performanti” ha dichiarato Paul Kyungwhoon Cheun, Executive Vice President and Head of Networks Business in Samsung Electronics. “Samsung lavorerà insieme a Fastweb per trasformare le enormi potenzialità del 5G FWA in benefici concreti per i clienti e per le imprese”.

“Questa sperimentazione ha già confermato le eccezionali performance delle reti 5G FWA e la capacità di questa tecnologia di offrie un servizio di connessione a banda ultralarga del tutto analogo a quello della fibra fino a casa alle famiglie e gli uffici in aree del paese non raggiunte dal FTTH. Per compiere la nostra missione di rispondere alle esigenze di connettività del mercato e migliorare continuamente l’esperienza di navigazione degli utenti, punteremo sul  5G FWA per estendere la copertura della nostra infrastruttura a banda ultra-larga” ha affermato Alberto Calcagno, CEO di Fastweb. “Con questa sperimentazione con Samsung confidiamo di dimostrare la fattibilità tecnica e commerciale del 5G FWA su bande millimetriche”.

Fastweb ha deciso di portare avanti queste sperimentazioni perchè l’Italia ha le caratteristiche ideali per la diffusione della tecnologia 5G FWA come modalità di fornitura di servizi a banda ultralarga, grazie al già ampio numero di punti di distribuzione di fibra ottica sul territorio nazionale che facilita il posizionamento di antenne per il 5G FWA ad una distanza ideale dalle abitazioni. Inoltre il 99 per cento dei condomini è dotato di un antenna sul tetto, facilitando ulteriormente l’installazione di apparati per la ricezione del servizio da parte dei clienti. Il successo di questi test consentirà a Fastweb di introdurre sul mercato una nuova generazione di connessioni a banda ultralarga nel paese.

  • Luca

    Iniziassero dove non c’è la fibra!!!!!

    • Krasto

      Appunto. No, iniziano da Milano dove ci sono 4 fibre di diversi operatori!

  • Va bene la velocità, ma la latenza? Può il 5G essere alla pari di una connessione cablata?

    • davide

      esatto la latenza è SICURAMENTE più alta di una connessione cablata.

    • peppeuz

      Risposta anche per @davide

      In realtà la latenza bassissima sarà uno dei punti di forza del 5G.
      Si stima che le connessioni 5G avranno una latenza di 1ms end-to-end (da fornitore a end point). Un valore assolutamente trascurabile, anche considerando che a casa ci colleghiamo tutti con router WiFi e che la latenza PC-Router è tendenzialmente più alta di 1 ms.

  • davide

    Ma speriamo di no! Cioè è utile solo per le aree non raggiungibili dall’FTTH ma per sostituire l’attuale rete fibra la trovo una pessima idea…