I benchmark evidenziano i miglioramenti di Firefox 57 Quantum, ma Chrome è ancora lontano (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Mozilla ripone grandi aspettative in Project Quantum, pronto a rivoluzionare il celebre browser Firefox sia dal punto di vista formale – grazie alla nuova interfaccia grafica Photon – sia e soprattutto per quanto riguarda le prestazioni, che secondo Mozilla sarebbero due volte migliori rispetto alle precedenti versioni. Tuttavia, il punto di riferimento del settore rimane Chrome e i primi benchmark di confronto vogliono mostrare come se la cava Firefox 57 Quantum contro la versione 60 del browser sviluppato da Google.

Premettendo che questo tipo di prove possono essere opinabili, perché in fin dei conti a contare è esclusivamente l’esperienza degli utenti, i benchmark utilizzati per la prova sono Basemark Web 3.0, ARES-6, Speedometer, JetStream, MotionMark, Kraken e Octane, su un PC Lenovo con Intel Core i7-5600U Broadwell e grafica Intel HD 5500 integrata, 8 GB di RAM e SSD Samsung da 128 GB, su cui gira Linux Ubuntu 17.04 in versione 64 bit.

LEGGI ANCHE: La funzione screenshot di Firefox è in arrivo per tutti

Come potete vedere dai risultati nelle immagini in galleria, quasi tutti i benchmark presi in esami dimostrano il miglioramento di Firefox 57 Quantum rispetto alle versioni precedenti (in particolare la 52 ESR e la 56), anche se forse non nella misura vantata da Mozilla. Come detto però, la stella polare è sempre Chrome e, nonostante i progressi, la distanza continua a rimanere notevole.

Forse sorprendentemente per alcuni, Chrome riesce a sconfiggere le varie versioni di Firefox anche nell’utilizzo della RAM, con Firefox 57 Quantum che fa peggio anche della versione 56, ma il suo status di beta – la versione stabile arriverà soltanto il 14 novembre – gli consente ancora margini di miglioramento.

Fonte: Phoronix