Google alza ancora la sicurezza del Chrome Web Store: in arrivo strumenti per controllare l’attività delle estensioni (foto)

Roberto Artigiani

Google afferma che attualmente esistono circa 180.000 estensioni sul Chrome Web Store. Dall’introduzione delle app Android nei Chromebook sono diventate meno importanti, ma ancora un’utente su due da desktop usa almeno un’estensione. Comprensibile quindi che BigG non tralasci gli aspetti di sicurezza nel suo Web Store.

Di recente ha bloccato l’installazione di estensioni di criptomining e successivamente anche tutte quelle provenienti da fonti esterne. Ora con il rilascio di Chrome 70 è pronto un ulteriore giro di vite: gli utenti potranno controllare quali dati legge un’estensione e quando si attiva. Al momento infatti le estensioni hanno potenzialmente un grande potere: una volta installate possono arrivare a leggere e anche modificare i dati su qualsiasi sito visitato.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Mi Max 3 ufficiale in Italia

Questo fa sì che si possano fare cose molto utili, ma allo stesso espone la piattaforma a possibili malintenzionati. Proprio per questo Google ha annunciato che verrà data agli utenti la possibilità di restringere l’accesso di determinate estensioni a liste di siti, inoltre tutte quelle che richiedono permessi importanti saranno soggette a una revisione più approfondita.

Da oggi comunque tutte le nuove estensioni che contengono codice Java oscurato o riferimenti a codice/risorse esterne saranno rifiutate dallo store. Nel 2019 infine, in vista dell’arrivo della nuova versione della piattaforma, agli sviluppatori sarà richiesto di passare obbligatoriamente al processo di autenticazione a due fattori.

Via: XDA Developers