Google ascolta le società e postpone la morte di Hangouts

La procedura di transizione finale non comincerà prima di giugno 2020
Google ascolta le società e postpone la morte di Hangouts
Enrico Paccusse
Enrico Paccusse

Ad inizio anno, Google aveva annunciato una notizia che per molti era ampiamente prevedibile, e cioè che Hangouts sarebbe stato deprecato per gli utenti G Suite, a favore di una transizione verso i servizi di Hangouts Chat ed Hangouts Meet.

A seguito di questa decisione, le società che avevano stabilito le proprie attività di comunicazione tramite il servizio di Google, si sono ritrovate a dover migrare le loro operazioni giornaliere progressivamente verso i nuovi servizi.

Lo stringere del tempo ha però fatto sì che molte delle aziende coinvolte chiedessero a Google di prolungare i tempi di migrazione per facilitare la transizione.

Con una nota ufficiale nel proprio sito, Google ha quindi confermato che per andare incontro a queste richieste ritarderà l'inizio della fase 4 a "non prima di giugno 2020". Ciò vuol dire che fino a questa data il servizio sarà attivo e funzionante - per l'occasione è stato creato un Programma di Transizione Accelerata fornito dalla stessa società per facilitare il processo.

Via: 9to5google
Fonte: Google

Commenta