Google: il traffico internet sicuro tramite HTTPS è in costante aumento, grazie a Chrome (foto)

Edoardo Carlo Ceretti

Ottobre è il mese dedicato alla cyber sicurezza e Google ne coglie l’occasione per snocciolare alcuni dati sui frutti che sta raccogliendo, grazie agli sforzi profusi in questo ambito. In particolare, il protagonista è il protocollo HTTPS, l’unico ad assicurare che la connessione fra utenti e sito web sia protetta e sicura.

Un anno fa, Google aveva promesso una lotta senza quartiere contro i siti poco sicuri, che non utilizzano il protocollo HTTPS pur richiedendo dati sensibili agli utenti, come le password o i dati bancari. Il colosso di Mountain View ha quindi iniziato a segnalare come non sicuro ogni singolo sito che non rispettasse gli standard. Grazie a ciò, ora gli utenti possono rendersi conto immediatamente se il sito che stanno visitando sia affidabile o meno.

LEGGI ANCHE: Chrome 62 stabile per Android, avvisi più espliciti per i siti non sicuri

Grazie a questo lavoro, il traffico HTTPS tramite Chrome è aumentato su ciascuna piattaforma: su Android, il 64% del traffico internet è protetto dal protocollo, in deciso aumento rispetto al 42% di un anno fa; su macOS e ChromeOS si arriva fino al 75%, mentre su Windows si assesta sul 66%. Anche grazie alla spinta di Google, ben 71 dei 100 siti più visitati al mondo utilizzano ora di default il protocollo sicuro, contro i soli 37 di un anno fa.

Come dimostrato dai dati, i miglioramenti in un solo anno sono stati netti e apprezzabili, tuttavia la strada da percorrere non è ancora terminata e Google continuerà ad impegnarsi sul campo affinché tutti i principali siti al mondo adottino lo standard sicuro.

Fonte: Google