Google Chrome non si ferma. Altre due funzionalità sono nell’aria (foto)

Federica Papagni

Nel pentolone che Big G ha sul fuoco e che riporta sull’etichetta il nome di Google Chrome sono almeno due le novità che potranno ben interessare agli utenti del browser del colosso di Mountain View: la compilazione e salvataggio integrale dei file PDF direttamente dal browser e le richieste di autorizzazione meno fastidiose.

Per quanto riguarda la prima, è certamente nota la possibilità di compilare determinati PDF direttamente da Chrome OS o dalla versione desktop del browser, ma è altrettanto nota la difficoltà di salvarli includendo le modifiche. Infatti, per ovviare a tale mancanza è stata escogitata un’altra soluzione, vale a dire la selezione, in seguito alla modifica, del pulsante di stampa prima di “Salva come PDF”, in modo tale da poter salvare il file modificato. Ora, però sembrerebbe che Google abbia deciso di dare una svolta alla faccenda e di andare incontro ai suoi utenti.

LEGGI ANCHE: Presto disponibile anche in Europa Huawei P40 Pro+

Per semplificare e agevolare il processo di salvataggio, Google sta lavorando ad una nuova interfaccia utente che permetterà agli user di scegliere se scaricare la versione originale o modificata di un PDF attraverso un menu contestuale, a patto, ovviamente, che il file in questione preveda l’inserimento di modifiche.

Per quanto concerne, invece, le richieste di autorizzazione, quante volte la vostra navigazione è stata momentaneamente interrotta dalla comparsa sulla pagina Web di una finestra di dialogo in cui veniva richiesta l’autorizzazione per la condivisione della posizione, ad esempio? Immaginiamo molte, ed ora Google sta lavorando ad un modo per rendere meno invasive tali richieste.

Come è possibile vedere dalla parte inferiore dello screenshot inserito nella galleria alla fine dell’articolo, il prompt non sarà visualizzato sul contenuto della pagina Web, ma direttamente nella barra degli indirizzi attraverso #permission-chip, attualmente in fase di test e accessibile su chrome://flags#permission-chip.

Quest’ultima funzione è disponibile su Chrome per macOS, Windows, Linux e Chrome OS e il flag è presente nella versione 84.0.4140.1 di Chrome, però secondo quando detto dai ragazzi di XDA è stato anche individuato sulla versione 85.0.4159.0 di Chrome Canary. Mentre per quanto riguarda la funzionalità legata ai file PDF impiegherà un po’ più di tempo per essere rilasciata.

Immagini

Via: Android Police , XDA Developers
  • Mezzina Francesco

    Edge chromium e’ superiore ora,bye bye Google Chrome!