Google, Facebook, Microsoft e Twitter uniscono le loro forze in favore della portabilità dei dati

Vincenzo Ronca

La portabilità dei dati è un concetto molto importante, soprattutto per gli utenti che utilizzano diversi servizi cloud tra i tanti disponibili. Quattro tra i colossi più importanti nell’industria tecnologica hanno deciso di unire i loro sforzi per sviluppare uno strumento che centralizzi la portabilità dei dati tra le tante piattaforme cloud esistenti.

Il progetto si chiama Data Transfer Project ed è un’iniziativa open source di Google, Microsoft, Facebook e Twitter. L’obiettivo di questo strumento è facilitare l’interscambio di dati tra i diversi fornitori di servizi in quest’ambito, evitando il download dei dati stessi in locale per poi trasferirli al secondo servizio cloud. Lo strumento idealizzato dalle quattro aziende si baserebbe su diversi punti fondamentali:

  • La piattaforma è pensata e costruita per gli utenti
  • Alto grado di sicurezza e privacy, questo sarebbe uno dei punti cruciali dato che parliamo di dati personali gestiti online
  • I dati degli utenti avranno un ruolo centrale non quelli delle aziende

LEGGI ANCHE: ASUS Zenbook S, la recensione

Come anticipato, Data Transfer Project è uno strumento open source e pertanto tutti gli sviluppatori e i fornitori di servizi cloud sono incoraggiati ad aderirvi. Per ulteriori dettagli di carattere informativo e collaborativo, potete leggere il white paper stilato dalle quattro aziende e consultare il sito ufficiale dedicato.

Fonte: Google, Facebook, Twitter, Microsoft