Google Foto: gli album organizzati per persona arrivano finalmente in Italia

Cosimo Alfredo Pina Il riconoscimento facciale finalmente funziona anche da noi

Desiderata da tanti, ma limitata fino ad oggi dalla legislazione europea, il riconoscimento facciale di Google Foto arriva anche in Italia. Si tratta della comoda funzione che permette di raggruppare le foto per persona, cane o gatto (sì, funziona anche con gli animali!).

Ogni volta che viene scattata o aggiunta un’immagine alla propria raccolta, l’intelligenza artificiale che muove Google Foto cerca (fidatevi, funziona molto bene) di riconoscerci il soggetto ritratto per andare a metterla nell’album adibito.

LEGGI ANCHE: Facebook vi permetterà di cancellare i dati raccolti su di voi

Le collezioni così create sono accessibili nella sezione “Album” di Google Foto, nella raccolta “Persone e animali”. La funzione è disponibile dal 2015, ma per attivarla in Italia si doveva fino ad oggi ricorrere ad alcuni escamotage (tra l’altro non più funzionanti negli ultimi tempi).

Ecco quindi che per attivarlo per il vostro account vi basta andare nelle impostazioni di Google Foto e attivare la voce “Raggruppa per volti”. A chi è preoccupato dal lato privacy, Google spiega che i nomi assegnati ai volti sono visibili solo dalla propria raccolta; se ad esempio una foto viene condivisa, questa resterà anonima.

Attiverete questa feature o preferite tenere la vostra raccolta organizzata così com’è?

Via: engadget.comFonte: support.google.com