Google non è il vostro preferito quando dovete cercare news: ecco come vuole rimediare

Google non è il vostro preferito quando dovete cercare news: ecco come vuole rimediare
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

La Ricerca Google non è il massimo quando si tratta di ricercare news dell'ultima ora, questo è praticamente un dato di fatto, lo sanno in tanti e lo sa anche Google. Per questo vuole rimediare con un progetto molto ambizioso.

Il progetto al quale sta lavorando Google si chiama Big Moments e ha lo scopo di rendere più appetibile la piattaforma di Ricerca Google quando si tratta di consultare news dell'ultima ora. In questo contesto Google non ha dimostrato di essere all'altezza dei suoi competitor: durante le prime settimane di pandemia Google è dovuta intervenire appositamente per mostrare prioritariamente le notizie divulgate da organi istituzionali, per evitare di alimentare isterismi e fake news.

Diventare più appetibile passa anche dal diventare più affidabile. Anche questo è ben chiaro a Google, la quale punta a rendere la sua piattaforma molto simile a Twitter, che nel campo delle news dell'ultima ora è leader. Il lavoro del team del progetto Big Moments si concentra su fatti avvenuti in passato, durante i quali gli algoritmi di presentazione delle news potevano fare meglio: si tratta di situazioni come le proteste Black Lives Matter e l'assalto al Campidoglio statunitense.

Il lavoro non è semplice, anche perché si deve sempre partire dal presupposto che Google non è un editore e non può svolgere tale mansione. La sua è una piattaforma che ospita contenuti. Il team di Big Moments sta comunque lavorando all'implementazione di algoritmi software per la scelta editoriale, i quali eviterebbero l'interazione umana.

Tra le novità alle quali sta lavorando Google nel settore delle news è la proposizione di aggiornamenti in tempo reale in merito a persone coinvolte in uno specifico evento. Questo funzionamento in tempo reale sarebbe già in fase di test, stando a quanto riportato dal The Information.

Al momento tutto rimane abbastanza sfumato, segno che Google non vuole lasciar trapelare molto finché non ha qualcosa di concreto in mano. Torneremo ad aggiornarvi non appena emergeranno ulteriori sviluppo sul progetto Big Moments. 

Via: Phone Arena
Fonte: Bloomberg

Commenta