Google One arriva in Italia: tutto il cloud di Google in un unico posto

Matteo Bottin -

Annunciato a maggio e reso disponibile per gli utenti USA ad agosto, Google One finalmente arriva anche in Italia. Un unico servizio per unire i piani Google Drive, Foto e molto altro ancora.

Cosa comporta questo cambiamento? Innanzitutto i piani consumer a pagamento di Google Drive diventeranno automaticamente Google One (tranne quelli business di G Suite), sono stati migliorati i piani di archiviazione a pagamento (che partono da 100 GB fino ai 30 TB) e gli abbonati possono ottenere vantaggi in altri prodotti Google.

Tra questi vantaggi spunta del credito per Google Play o le offerte per (alcuni) hotel trovati grazie alla ricerca Google. I dettagli specifici sono ancora pochi, ma avremo sicuramente la possibilità di conoscerli a fondo nei prossimi giorni.

Se avete dei familiari e volete condividere con loro un piano di archiviazione, non c’è problema: con un singolo piano Google One potrete aggiungere fino a 5 familiari, i quali avranno il loro piano e i loro benefici aggiuntivi.

LEGGI ANCHE: Qual è il senso dei Google Pixel 3?

Nel funzionamento di Google Drive, comunque, non avrete problemi: il meccanismo di memorizzazione e condivisione dei file non cambierà. Tutti gli abbonati comunque riceveranno una email informativa per comunicare i cambiamenti. Se volete comunque essere aggiornati sui cambiamenti “in tempo reale” non vi resta che iscrivervi alla newsletter a questo indirizzo. È infatti evidente come, nonostante l’annuncio in italiano sul blog ufficiale (a molti mesi da quello internazionale), il servizio non sia ancora attivo e che lo diventerà a gradi per tutti nel corso dei prossimi mesi. Vi terremo sicuramente aggiornati.

Fonte: Google Blog