Anche Google Traduttore darà il suo contributo per l’uguaglianza di genere

Edoardo Carlo Ceretti

L’uguaglianza di genere ha fatto passi da gigante negli ultimi decenni, ma è ancora lungi dal poter essere considerata concretamente raggiunta. D’altronde, in Italia le donne hanno diritto di voto soltanto dal 1946, sul posto di lavoro sono ancora discriminate con salari mediamente inferiori e di cariche pubbliche di rilievo occupate da donne ce ne sono sempre troppo poche. C’è dunque ancora tanta strada da fare e un colosso del web come Google sa di poter dare un suo contributo alla causa.

Dopo essersi impegnato ad istruire la propria intelligenza artificiale per prestare più attenzione possibile alla parità di genere, un ulteriore passo sarà compiuto da Google Traduttore. Big G ha infatti iniziato ad offrire traduzioni che, in occasione di termini o frasi indifferentemente traducibili al maschile o al femminile, offrano insieme le due possibilità, lasciando facoltà all’utente di prendere in considerazione quella desiderata in base al contesto.

LEGGI ANCHE: Microsoft Edge sarà sostituito da “Chrome” e arriverà anche su macOS, Windows 7 ed 8

Anche la lingua può essere veicolo di una presa di coscienza necessaria per tutti, al fine di costruire insieme un futuro in cui, nella vita quotidiana, pubblica e lavorativa, a contare siano soltanto capacità, competenze ed attitudini e non genere, etnia od estrazione sociale. Per il momento, la novità sarà resa disponibile soltanto per le traduzioni verso la lingua inglese, ma Google ha promesso di ampliare il novero delle lingue supportate nel prossimo futuro.

Fonte: Google