Google Trends: le funzioni più utili per usarlo e leggere i dati

Google Trends: le funzioni più utili per usarlo e leggere i dati
SmartWorld team
SmartWorld team

Google Trends raccoglie un gigantesco database, alimentato dal proprio motore di ricerca, utile per mostrare all'utente quali sono gli argomenti più cercati al momento, negli ultimi 30 giorni o in un'altra finestra di tempo. Si tratta insomma di uno strumento estremamente utile per numerose categorie professionali che lavorano sul web. O anche semplicemente per la curiosità di sapere quali sono le ricerche più frequenti compiute in Italia e nel mondo.

Dalla homepage di Google Trends possiamo risalire alle ricerche di tendenza delle ultime ore oppure digitare una parola chiave e verificare l'interesse nel tempo nei suoi confronti. Ricordando che si tratta di un tool gratuito, andiamo oltre per approfondire come funziona, come si usa e quali sono le funzioni più utili per leggere i dati.

Come funziona Google Trends

Come indica il nome, Google Trends è uno strumento che, sulla base dei dati registrati nel motore di ricerca Google, visualizza in modo dinamico e grafico la frequenza degli argomenti e dei termini di ricerca degli utenti in un determinato periodo di tempo o regione del mondo. Per così dire, misura la popolarità di un tema in un determinato periodo e in un luogo particolare e anche su una specifica piattaforma. Si tratta di uno strumento gratuito disponibile su Google che permette di seguire l'evoluzione del numero di ricerche per una determinata parola chiave o argomento nel tempo.

Durante la ricerca di una parola, lo strumento mostra un grafico in cui l'asse orizzontale rappresenta il tempo - che può essere dal 2004 in poi - e quello verticale il volume delle ricerche. È possibile avere un dettaglio della ricerca per criteri di paese, tempo, categoria e tipo di indagine. I risultati di Trends sono una parte raccolta dei risultati complessivi di Google. Il motore di ricerca raggruppa i dati, li classifica, si collega a un argomento e rimuove le informazioni personali. Sono esclusi i dati ricercati da poche persone, le ricerche di un termine effettuate dalla stessa persona in un breve lasso di tempo e i caratteri speciali.

A chi è utile Google Trends

Di conseguenza, Google Trends è utile a un blogger per sapere cosa cercano le persone per abbinare i contenuti a determinate ricerche e intercettare il traffico più facilmente. A un social media o content manager, lo strumento consente di conoscere gli argomenti più cercati e dunque di creare contenuti di alto valore e aumentare il coinvolgimento. Google Trends è utile per un brand per verificare la posizione nel motore di ricerca rispetto ai concorrenti e rivedere eventualmente la strategia.

Un'azienda può ricavare informazioni utili sulla possibilità di diversificazione del prodotto, investimento nell'attività o espansione dell'attività in altre regioni. Un imprenditore trova in Google Trends lo strumento per ottenere informazioni per l'implementazione di un business, in base al potenziale mercato esistente. In ogni caso, determinare l'andamento dei termini può consentire di stabilire parole chiave e tag più efficaci per un sito web, un contenuto o una linea guida digitale.

Google Trends, come si usa

Per iniziare a usare Google Trends occorre andare sul sito ufficiale. Non è necessaria alcuna registrazione. Nella prima pagina sono presenti gli argomenti più discussi su Internet. Alcune ricerche molto specifiche, come nomi propri o molti termini tra virgolette, potrebbero non avere un volume di ricerca sufficientemente ampio per generare un grafico.

Scorrendo verso il basso, si trovano i paesi in cui il termine è più cercato, nonché argomenti e ricerche correlati. È anche possibile confrontare due o più termini di ricerca diversi.

Funzioni più utili di Google Trends

Oltre alle funzionalità di base di Google Trends, ne segnaliamo altre che possono rivelarsi strategiche. Come quella di confronto con cui paragonare due o più termini di ricerca diversi e misurarne i valori. Basta aggiungere una keyword clicca su Confronta nella schermata in alto e digitare la parola chiave in Aggiungi un termine di ricerca.

Prodotti Google è uno dei filtri più interessanti perché consente di conoscere la popolarità di una parola chiave nel tempo non solo in base ai dati di ricerca Google, ma anche degli altri prodotti della società di Mountain View, come Google Immagini, Google News, Google Shopping e Ricerca di YouTube.

Commenta