Google Workspace per tutti a partire da oggi: come attivarlo (video)

Nicola Ligas - E ci sono anche novità per le aziende: nuova modalità di sottoscrizione individuale, miglioramenti di Google Meet e nuove funzioni di sicurezza e privacy.

Google annuncia Google Workspace per chiunque possieda un account Google. Questo significa che da oggi oltre 3 miliardi di utenti potranno accedere all’esperienza completa di Workspace, tra cui Gmail, Chat, Calendar, Drive, Docs, Sheets, Meet e altro. Per abilitare l’esperienza integrata in Google Workspace potete iniziare attivando Google Chat in Gmail.

Ci sono però anche altre novità per le aziende (il cui servizio completo rimane ovviamente a pagamento), che Google illustra sinteticamente così:

  • L’evoluzione da Rooms (Stanze virtuali) in Google Chat a Spaces, che avverrà durante l’estate. Spaces diventerà “il Trello” di Google, con thread allineati per argomento, indicatori di presenza, stati utente personalizzati, reazioni espressive e visualizzazioni a scomparsa. Ulteriori dettagli sono disponibili sul blog ufficiale.
  • Una nuova modalità di subscription individuale, Google Workspace Individual, che offre funzionalità premium, inclusi servizi di prenotazione smart, video meeting professionali e mail marketing personalizzate, e molto altro. Workspace Individual verrà presto implementato in sei mercati (Stati Uniti, Canada, Messico, Australia, Brasile e Giappone). Se per qualche motivo foste interessati, potete iscrivervi per ricevere aggiornamenti.
  • Nuove funzionalità di Google Meet in favore di una collaboration equity: companion mode su Google Meet, nuove opzioni RSVP in Calendar, miglioramenti all’hardware di Meet (da settembre), nuovi controlli per rendere i meeting più sicuri e protetti
  • Nuove funzionalità per sicurezza e privacy in Google Workspace: crittografia lato client, regole Trust per Drive, etichette per Drive, maggiori protezioni contro phishing e malware

Ulteriori informazioni sul blog ufficiale Google; qui sotto un breve video esemplificativo di Workspace.

Nota: la prima versione dell’articolo riportava “gratis” nel titolo. Questo ha causato un po’ di confusione negli utenti e ce ne scusiamo. Ora Google Workspace è accessibile a tutti e gli strumenti come la Chat di cui fa parte questo allargamento del servizio sono gratuiti. Ovviamente tutti i piani Workspace completi rimangono a pagamento (qui i prezzi).

  • France

    Google workspace gratis per tutti è un pó acchiappa click nico. Mi pare che le novità siano google chat per tutti integrati in Gmail e workspace che diventa anche individuale, restando a pagamento.
    Le cose che comprende workspace continuano ad essere a pagamento (niente pubblicità sui Gmail, mail @organizzazione.com, più spazio su drive, avviare videoconferenze su meet ecc).
    Ho capito male io?

    • Il titolo del comunicato di Google è “Google Workspace per tutti”. Ho specificato “gratis” proprio per chiarire che non era una cosa per aziende e a pagamento.

      • Andrea Violi

        La parola “gratis” è un aggettivo che si applica a contesti monetari. Non al fatto che il servizio ora sia “liberamente attivabile” anche dalle “persone fisiche” (che è il termine tecnico giuridico corretto a cui fa riferimento la novità di Workspace). Funzionalmente parlando quindi è sbagliato usare “gratis” per definire quello che hai scritto. poi però se lo scopo era il click bait allora va bene così (ma non hai chiarito nulla).

        • Sul serio la stai buttando sul giuridico? Hai presente che questo è un titolo e deve essere breve e comprensibile? Siccome la maggior parte della gente magari nemmeno sa cosa sia Workspace e quei pochi che lo sanno lo associano ad aziende e pagamenti, ho voluto chiarire che fosse una cosa che chiunque poteva provare senza spendere un soldo. E guarda un po’, è esattamente così! Mi sa che molti di voi non sanno cosa sia un clic bait, ma non perdono occasione per fare i professori comunque.

          • Andrea Violi

            La sto buttando sul significato della lingua italiana (questa sconosciuta). La parola “gratis” è tecnicamente sbagliata dato che il servizio non è gratis ma si paga. E’ semplicemente disponibile a tutti senza necessità di partita iva. Tutto qua. Poi ovvio che se lo scopo è il clickbait allora è assolutamente nel posto giusto.

          • Confermo che non c’era “scopo di clickbait” ma di informare che Workspace è stato esteso a tutti e che le funzioni “per tutti” sono di fatto gratis. La notizia principale era questa. Nessuna intenzione di ingannare nessuno. Tutte le altre funzioni rimangono a pagamento (e ci sono anche nuovi piani di cui parliamo nel testo). Ci dispiace che non fosse chiaro.

          • Ema

            Sinceramente Nico stavolta hai cannato, anche se probabilmente in buona fede. Qui se la prendono tutti un po’ troppo, ma ammettere di sbagliare e correggere con un termine più adeguato penso ti avrebbe fatto fare miglior figura… ricordiamoci che siamo tutte persone umane e si può sbagliare, ammettere gli errori non è mica vergognoso

          • Mi arrendo, titolo cambiato. Ribadisco che non c’era malafede da parte mia, e che ho riportato le cose praticamente così come le ha riportate Google.

      • France

        Ma invece si che è a pagamento. La differenza è che prima potevano farlo solo aziende (e anche liberi professionisti) ed ora chiunque, ma pagando, non gratis.
        La cosa che ora è per tutti è google chat integrato in gmail che non è workspace.
        P.s. lo avevo letto l’articolo sul blog di google e non viene mai nemmeno citata la parola gratuito.

        • L’inizio del comunicato google è come segue:
          “Google annuncia Google Workspace per tutti

          La stessa esperienza unificata e connessa che ha supportato milioni di aziende, no-profit e scuole nella trasformazione delle proprie modalità di collaborazione è ora disponibile per chiunque possieda un account Google.

          Ulteriori innovazioni pensate per le aziende includono una nuova modalità di subscription individuale, miglioramenti di Google Meet, e nuove funzioni di sicurezza e privacy a supporto di un’affidabile collaboration ibrida ”

          Sì, non c’è scritto gratis, l’ho aggiunto io per far capire che si trattava di funzioni che non avremmo dovuto pagare, perché di fatto così è. Chiarendo subito dal titolo 2 che rimanevano anche tutte le funzioni per le aziende, anzi, che se ne aggiungevano di nuove.
          Credevo di dare ulteriori informazioni chiarendo subito che non avremmo dovuto pagare, invece se avessi lasciato solo il più ambiguo “Google Workspace per tutti” mi sarei “parato il culo”, come si dice in gergo. Ne prendo atto e la prossima volta farò così.

          • France

            Ma quali sono le funzioni gratuite che altrimenti avremmo dovuto pagare?
            Lasciamo stare. credo alla tua buona fede, ma davvero mi pare che stai andando fuori strada. Per me è chiusa qui.

          • Le funzioni introdotte per tutti sono Chat e Stanze.

  • Ema

    Io spero ancora che Google faccia un “Google Pro” per gli utenti ed eliminare la pubblicità dappertutto, seppur a pagamento.
    E magari fare un abbonamento da 25€/mese che includesse:
    – eliminazione pubblicità su YT, Gmail e Web
    – abbonamento YT music
    – Play Pass
    – Stadia
    – 1TB (o almeno 500GB) su Drive
    – Google Photo in qualità originale ILLIMITATO

    Insomma un vero Google One, sogno troppo? Quando Google rinominò l’abbonamento a Drive in One speravo volesse fare un piano simile ad Apple One che comprendesse vari servizi, invece è sempre e solo per lo spazio aggiuntivo.

  • Alessandro Dicolangelo

    Fare disinformazione per acchiappare click… Che livelli abbiamo raggiunto. Non è gratis, semplicemente è attivabile dai singoli. Conserva un po’ di dignità e cambia titolo.

    • Ma disinformazione di che? Fino a ieri le funzionalità di Workspace che ora sono disponibili gratuitamente per tutti i suoi 3 miliardi di utenti non lo erano. E ribadisco che il comunicato pubblicato da Google stesso recita proprio come titolo “Google Workspace per tutti”: andrai a dire anche a loro che fanno clicbait?

      • Andrea Violi

        Appunto, “per tutti” non equivale a “gratis”.

        • Le funzioni “per tutti” aperte ieri sono di fatto gratis.

          • Andrea Violi

            Un po’ come l’aria che respiriamo, che è “gratis”

          • La tua risposta è così pertinente che non so come rispondere ulteriormente 🙂

      • Alessandro Dicolangelo

        Ma non è gratis. Se proprio vogliamo cercare la buona fede in quello che dici possiamo dire che la prova è gratuita.

        • I servizi che Google ha aperto a tutti ieri (e a cui si riferisce il comunicato), ovvero Chat e Stanze, sono di fatto gratis per tutti. Concordo con @NicolaLigas:disqus che il titolo non fosse sbagliato, ma poiché sembra essere stato interpretato male da molti probabilmente non era neanche chiaro come speravamo. Ora è stato corretto.

  • pablo lenna

    Pienamente d’accordo. Quel “gratis” proprio non andava messo. Bastava sostituirlo con “disponibile”, la lunghezza del titolo non cambiava

    • carlo

      “Google Workspace per tutti a partire da oggi: come attivarlo” bastava omettere gratis e specificare che è un set di funzionalità a pagamento.

      o ancor meglio visto che il link del come è una guida che aiuta ad estendere l’integrazione di meet in gmail, fare un titolo su quello.

      • Ma non è un set di funzionalità di funzionalità a pagamento, sono funzionalità adesso gratuite. È quello il senso! Rimangono poi altre funzionalità ancora appannaggio delle aziende, come del resto mi sembra fosse ben chiaro

        • carlo

          il senso è che workplace non è gratis, per nessuno, il resto è clickbait

          • Ti riporto il comunicato di google: “Oggi, gli oltre 3 miliardi di utenti all’attivo – dai consumatori finali, alle aziende, all’ambito education – hanno accesso a tutta l’esperienza offerta da Google Workspace, tra cui Gmail, Chat, Calendar, Drive, Docs, Sheets, Meet e altro ancora.”
            E tutto ciò, lo chiarisco, è gratis.

    • Abbiamo cambiato il titolo, grazie del commento.

  • Sevy

    Oggi il capo quasi mi ammazzava quando ha letto “gratis” visto che paghiamo fior di quattrini l’anno la versione Enterprise per l’azienda. Meno male che ci sono persone di buon senso che hanno fatto notare all’autore che scrivere “gratis” al posto di “aperto a tutti” è come dire: visto che chiunque può potenzialmente acquistare dell’oro o un diamante allora da oggi l’oro ed i diamanti sono gratis per tutti. OK fare clickbait visti i tempi che corrono, ma in questo caso si tratta di PURA DISINFORMAZIONE!

    • Nessun intendo di fare clickbait. Abbiamo levato il “gratis” dal titolo visto che aveva creato molta confusione. Di sicuro non sarà un po’ di click in più su un singolo articolo a fare la differenza e altri come sempre abbiamo sempre puntato sulla trasparenza e la buona informazione.
      Il riferimento al gratis nel titolo è perché l’allargamento di Workspace a tutti di ieri, come dichiarato da Google, riguarda per adesso solo alcuni componenti, che sono di fatto gratuiti per tutti.

  • Italo Circolo

    Sto rimuovendo SmartWorld dalle news, cosi evito la DISINFORMAZIONE !
    https://uploads.disquscdn.com/images/17565582d4b88a1b914fe9ffe8056dcdce156fff10bb92a2d322bdbe7c0d3f90.jpg

  • Un commento riassuntivo per tutti.
    Ci dispiace che qualcuno sia stato tratto in inganno dal titolo che conteneva il termine “gratis”. Nessun intendo di clickbait, ma semplicemente l’intenzione di mettere in risalto il fatto che Workspace apriva a tutti e che le funzioni per tutti erano di fatto gratuite.
    Non si parla di “permettere a tutti di comprare” o di “attivare una prova” ma proprio di usare le funzioni base di Workspace gratuitamente da parte di tutti. I servizi a pagamento rimangono tali.
    Abbiamo modificato il titolo dell’articolo e reso questo ancora più chiaro nel testo.