I cittadini di Treviso ora possono contare su un nuovo assistente vocale: Angela

I cittadini di Treviso ora possono contare su un nuovo assistente vocale: Angela
Federica Papagni
Federica Papagni

Per rendere ancora più agevole il dialogo con il cittadino, il Comune di Treviso ha pensato chiamare in ballo l'intelligenza artificiale, lavorando in sinergia con QuestIT per la realizzazione di Angela.

Il nome non è frutto del caso, bensì è da ricoleggare ad Angela Del Turco, il primo consigliere comunale (e assessore) donna della città.

L'assistente virtuale è dedicato al servizio demografico per supportare, guidare e facilitare il cittadino nella navigazione del sito del Comune attraverso tecnologie di browser automation, fino all'invio della documentazione all'utente.

I cittadini potranno usufruire del servizio sia da smartphone che da PC, attraverso un banner presente sul sito web del Comune dove potrà prenotare un appuntamento o fissarlo online con un operatore. La tipologia di riscontro potrà essere aggiornata nel tempo in base ai rilievi statistici sulle necessità e le istanze dei cittadini.

Il sindaco di Treviso Mario Conte ha sottolineato:

"Il nuovo assistente virtuale consente di snellire il carico di attività di sportello e implementare l'efficienza e la velocità della gestione delle pratiche. Questa soluzione a disposizione della PA rappresenta un importante passo in avanti per la trasformazione digitale della città di Treviso nell'ottica della dematerializzazione dei processi. Questo strumento, che nelle sue declinazioni sui dispositivi mobili o nei siti di e-commerce sta facilitando la fruizione anche ai cittadini più anziani, in questa versione sviluppata per il Comune di Treviso darà un grosso aiuto in termini di efficienza e possibilità di arrivare con un semplice messaggio al servizio richiesto".

Una seconda fase del progetto vedrà un'integrazione per potenziare tutti gli altri servizi come quello dell'urbanistica, URP, cultura e turismo, ufficio tributi e molto altro.

Commenta