Dal 31 marzo Gmail sarà un po’ meno smart: addio al supporto a IFTTT

Edoardo Carlo Ceretti

Chi conosce IFTTT e ha imparato ad apprezzarlo nel tempo, conosce le potenzialità sconfinate che mette a disposizione di tutti gli utenti, grazie all’integrazione con la quasi totalità dei servizi online più diffusi. Fra questi però, a partire dal 31 marzo 2019 non figurerà più un vero pezzo da novanta: Gmail.

Tramite il proprio blog ufficiale, IFTTT ha infatti annunciato che, a partire dal mese di aprile, il supporto a Gmail cesserà, a causa del cambio di API del servizio di email made in Google. I motivi andrebbero ricercati in un nuovo approccio alla sicurezza degli utenti, probabile strascico dell’affair Google+. Le uniche azioni che rimarranno disponibili saranno Invia un’email e Invia un’email a te stesso.

LEGGI ANCHE: Che cos’è Google Stadia?

IFTTT tiene a precisare che le novità riguarderanno soltanto Gmail e non intaccheranno gli altri servizi Google. Un vero peccato che un servizio come IFTTT (acronimo di If This Then That), che si basa sul semplice rapporto azione-reazione per offrire un ventaglio infinito di azioni automatiche, non possa più avvalersi del servizio di email più diffuso al mondo. Nel caso utilizzaste IFTTT anche per Gmail, avete dunque tempo fino al 31 marzo per trovare una valida alternativa.

Via: 9to5 GoogleFonte: IFTTT
  • DeST

    Ma riguarderà soltanto ifttt o tutti i servizi simili? (Automate, MSFlow, Integromat, Zapier) perchè se riguarda tutti posso iniziare a tirar giù tutto il calendario

    • Penso riguarderà tutti, perché sono cambiate le API di Gmail, e quindi tutti quelli che le usano avranno problemi o dovranno rimuoverle

  • Non vedo questo grave problema, alla fine la funzione “invia email” resta attiva… onestamente non vedo cosa altro dovrei farci con un servizio di posta elettronica 😂😂

    • May I Survive

      quando arriva mail con xxxxxxx, fai xxxxxxxxxxxxx

    • Martino Bozzolo

      Se non hai nulla di domotico, ok… Pochi problemi. Per altri che hanno varie integrazioni magari con Alexa o con Philips Hue, tramite appunto IFTTT, il problema è abbastanza serio.
      Avere lampade Philips che fanno tutto e poi non poter più far lampeggiare il lampadario ogni volta che mi arriva una nuova mail… beh, mi dà abbastanza fastidio!

  • Martino Bozzolo

    No, non funzioneranno più i trigger (quando arriva una mail, fai questo…)