Il metaverso e gli italiani: tra paura e curiosità, pochi sanno realmente cosa sia

Il metaverso e gli italiani: tra paura e curiosità, pochi sanno realmente cosa sia
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Il metaverso, tutti ne parlano, ma pochi sanno cosa sia. È questo quanto emerge da un'analisi di Sensemakers, società di consulenza specializzata nell'analisi dei media e dei comportamenti digitali, sul rapporto tra gli italiani e il nuovo universo virtuale di Meta. Secondo l'analisi infatti il 41% degli italiani ne ha semplicemente sentito parlare e un italiano su tre non sa cosa sia.

Se da un lato il metaverso genera curiosità nel 62% degli italiani, ma con nette differenze di genere, in quanto la percentuale sale al 70% per gli uomini (80% per la fascia d'età 18-24 anni) ma scende al 55% per le donne, in generale c'è grande disinformazione

Solo il 25% degli italiani infatti dichiara di sapere cosa sia il metaverso, anche qui con un netto distacco di genere, 30% tra gli uomini e 21% tra le donne, e di età. Ma il cosiddetto digital divide risalta anche nelle fasce d'età. Infatti la fascia 18-24 è più informata (il 37%), mentre per le fascie 55-64 e ancora peggio per gli over 65 è quasi buio totale (rispettivamente il 17 e 13% dichiarano la propria conoscenza della materia). Secondo Fabrizio Angelini, Ceo di Sensemakers, questo dato non va sottovalutato in un Paese come il nostro dove il digital divide è ancora forte, anche perché la percezione comune è che il metaverso potrebbe amplificare squilibri e diseguaglianze del mondo digitale.

Ovviamente la scarsa conoscenza abbinata a un basso livello di scolarizzazione (30% di chi ha un titolo di studio elevato sa cosa sia il metaverso contro il 19% di chi è meno istruito) genera paure. L'80% degli intervistati infatti immagina il metaverso come una sorta di rifugio virtuale, una fuga dalla realtà che possa sottrarre tempo e attenzioni della vita quotidiana e addirittura il 51% degli intervistati ritiene che il metaverso non sia solamente un ambiente virtuale ma una vera e propria realtà parallela

Infine una parola sul metaverso e le aziende. Mentre il 56% degli italiani ritiene che le aziende farebbero bene a investire nella nuova tecnologia, il 43% ritiene che il metaverso aumenterà ulteriormente il potere delle società tecnologiche rispetto alle istituzioni della vita reale (percentuale che sale tra i giovani e i più istruiti). In conclusione, si parla del metaverso ma forse non lo si spiega abbastanza, fermo restando una scarsa fiducia negli operatori del settore.

Via: CorCom
Fonte: Sensemakers
Mostra i commenti