Iliad ribadisce la sua convinzione nel progetto della rete unica

Iliad ribadisce la sua convinzione nel progetto della rete unica
Filippo Morgante
Filippo Morgante

L'amministratore delegato di Iliad, Benedetto Levi, dopo la conferma del futuro ingresso della sua compagnia nel mercato telefonico fisso in Italia entro l'estate 2021, torna sul tema della rete unica dicendosi pronto a contribuire. Tutto questo emerge da un'intervista rilasciata al Sole24Ore. L'operatore francese è presente sul territorio italiano dal 2018 e il suo arrivo ha contribuito a smuovere la stagnante situazione degli operatori telefonici mobili del nostro paese.

Ora sembra che la compagnia abbia un accordo con Open Fiber per entrare nel mercato fisso, ma Levi si dice preoccupato dalla possibilità che “i discorsi sulla rete unica finiscano per distogliere l’attenzione dalla necessità di accelerare sul roll-out della fibra o peggio che possano portare a rallentare”. Poi ha però aggiunto che “dalle informazioni che ho devo dire che i piani di investimento e sviluppo della rete starebbero andando avanti indipendentemente da tutto. Detto questo la priorità è che la fibra arrivi nelle case e il più rapidamente possibile”. L’Ad ha infine parlato della lettera congiunta sul tema della rete unica ribadendo che “siamo disponibili e interessati a sapere cosa sta succedendo e dare il nostro apporto per contribuire all’avanzamento del progetto”.

Commenta