Iliad pensa alla telefonia fissa: “un’offerta consumer, semplice e trasparente”

Nicola Ligas

Benedetto Levi, CEO di Iliad Italia, parla dei piani a medio e lungo termine della sua azienda sulle pagine de la Repubblica, dichiarandosi molto soddisfatto dei risultati raggiunti finora (dei quali abbiamo già parlato qui) e fiducioso sugli obiettivi di medio termine.

A questo proposito, l’azienda punta ad arrivare a 10.000/12.000 antenne installate, contro le attuali 3.100, entro il 2024, realizzando così una propria rete del tutto autonoma. E sempre entro lo stesso anno avverrà lo sbarco nella telefonia fissa.

Anche in questo caso sarebbe un’offerta consumer, semplice e trasparente, non siamo interessati al segmento dell’Internet delle cose (IoT) o a quello business per ora.

Dopo aver speso 1,2 miliardi per le licenze 5G, iliad non ha intenzione di investire nello sviluppo di una rete proprietaria in fibra, nemmeno indirettamente in occasione di un possibile il matrimonio tra la Flash Fiber di Telecom e la Open Fiber di Cdp-Enel.

Ci piace andare per gradi abbiamo concentrato gli sforzi su un’offerta mobile libera e trasparente e solo sul segmento prepagato, abbiamo ampi spazi di crescita  ancora su questo segmento, dove – anche grazie al passaparola – nel terzo trimestre siamo cresciuti del 137% rispetto allo stesso periodo 2018.

Iliad si concentrerà insomma ancora sul mobile nel prossimo futuro, ma lo sbarco sulla rete fissa non è un miraggio bensì un preciso piano dell’azienda. E considerando gli impegni di trasparenza e zero costi nascosti e rimodulazioni che Iliad ha portata avanti finora, non dubitiamo che anche la sua offerta fissa sarà per molti allettante. Speriamo solo che arrivi prima piuttosto che poi.

Via: Universofree