Italia a 1 Giga: il piano che cambierà il volto della connettività domestica

Italia a 1 Giga: il piano che cambierà il volto della connettività domestica
Vincenzo Ronca
Vincenzo Ronca

Arrivano interessanti novità per il piano Italia a 1 Giga, quello con il quale il Ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale intende dare nuova linfa alla strategia di transizione verso la banda ultra larga per tutti.

A partire da oggi, 7 agosto, partono le consultazioni pubbliche per il piano Italia a 1 Giga, e dureranno fino al prossimo 15 settembre. L'obiettivo finale di questo piano è quello di garantire una connettività in grado di offrire almeno 1 Gbps in download e 200 Mbps in upload a tutte le unità immobiliari.

Il documento pubblicato dal Ministero nell'ambito del piano Italia a 1 Giga ha stabilito che la soglia di intervento è fissata a 300 Mbps in download.

Per soglia di intervento si intende il limite sotto il quale si potrà richiedere il rinnovamento della propria rete domestica approfittando dell'incentivo messo a disposizione dallo Stato. L'obiettivo è completare il piano entro il 2026, in anticipo rispetto alle tempistiche fissate a livello europeo.

Questo significa un enorme risvolto positivo per noi utenti.

Per realizzare gli interventi gli operatori potranno anche associarsi in consorzi tra loro. Al termine delle consultazioni ne sapremo sicuramente di più in merito alle procedure ufficiali da seguire per avvalersi del contributo.

Commenta