Microsoft permetterà ai clienti UE di memorizzare tutti i loro dati all'interno dei confini europei entro il 2022

Microsoft permetterà ai clienti UE di memorizzare tutti i loro dati all'interno dei confini europei entro il 2022
Filippo Morgante
Filippo Morgante

Con una nuova iniziativa dal nome "EU Data Boundary for the Microsoft Cloud", il colosso del tech di Redmond ha annunciato la volontà di consentire ai suoi clienti facenti parte dell'Unione Europea, di memorizzare tutti i loro dati all'interno regione entro il 2022. Come suggerisce anche il nome, il piano verrà applicato a tutti i principali servizi cloud dell'azienda, vale a dire Microsoft 365, Dynamics 365 e Azure. Microsoft sostiene che questo porterà una maggiore tranquillità ai clienti che vogliono garanzie riguardo alla residenza e alla localizzazione dei dati.

L'azienda tecnologica di Redmond dice che la maggior parte dei suoi servizi online permettono agli utenti di selezionare i luoghi geografici per la conservazione dei dati, ma nei prossimi mesi, li migliorerà ulteriormente per ridurre il trasferimento dei dati al di fuori dell'UE. I clienti avranno comunque la possibilità di utilizzare i miglioramenti ai servizi che fanno uso di risorse localizzate al di fuori dell'UE.

I servizi online di Microsoft consentono già ai clienti di rispettare il GDPR anche senza questo impegno aggiuntivo di memorizzare ed elaborare i dati entro i confini dell'UE. Abbiamo implementato misure supplementari dopo la decisione Schrems II per sostenere ulteriormente la conformità per i trasferimenti di dati, che riteniamo soddisfare e andare oltre quanto richiesto dalla decisione Schrems II. Stiamo facendo questi investimenti aggiuntivi per elaborare e archiviare i dati nell'Unione europea entro la fine del 2022. Questo dimostra il nostro continuo impegno verso i nostri clienti in Europa e semplifica la conformità post-Schrems II riducendo al minimo i trasferimenti di dati al di fuori dei confini dell'UE.

da Microsoft

L'azienda ha inoltre precisato che non darà al governo degli Stati Uniti, o a qualsiasi altro governo, l'accesso ai dati europei, e reindirizzerà tutte queste richieste ai clienti.

Via: Neowin

Commenta