Opera Developer 49 è il primo browser a supportare i visori per la realtà virtuale (foto e video)

Edoardo Carlo Ceretti Ogni video sul web potrà essere guardato tramite HTC Vive, Oculus Rift e altri visori supportati.

Con il rilascio dell’ultima versione Developer 49, Opera è diventato il primo browser a supportare pienamente e nativamente i visori per la realtà aumentata – come HTC Vive, Oculus Rift e altri dispositivi compatibili con OpenVR – per la riproduzione dei video.

Fino ad oggi infatti, i possessori di un visore VR che volessero sfruttarlo per godersi un video trovato sul web, erano costretti a scaricarlo sul proprio PC – magari dovendo prima installare plug-in di terze parti per farlo – chiudere il browser ed aprire un apposito riproduttore multimediale. Grazie ad Opera Developer 49, tutte queste macchinose e frustranti operazioni saranno soltanto un ricordo del passato.

LEGGI ANCHE: Microsoft sta rinominando l’app Windows Store in Microsoft Store

Infatti, la nuova versione del celebre browser integra ora un comando Watch in VR che apparirà all’interno di qualsiasi video presente sul web, per far partire rapidamente la riproduzione del video stesso sul vostro visore. Esatto, qualsiasi video, perché il sistema pensato da Opera non offre supporto soltanto ai video a 360° o panoramici, ma anche ai classici video in 2D, per offrire agli utenti un grado di immersività sempre maggiore.

Trattandosi per ora di una versione sviluppatore, la nuova funzionalità di Opera avrà ancora bisogno di affinamenti e migliorie per essere pienamente apprezzabile da ciascun utente, in attesa anche di una maggiore diffusione dei visori VR che, soprattutto in Italia, non è di certo ancora capillare. Si tratta però di un ottimo punto di partenza per il supporto software ad una tecnologia che potrebbe diffondersi molto nei prossimi anni. Per maggiori informazioni su Opera Developer 49 e il supporto alla realtà virtuale, vi rimandiamo al blog ufficiale di Opera.

Fonte: Opera