Risultati della ricerca non pertinenti? A breve Google saprà riconoscere quando e vi avviserà all’istante

Giovanni Bortolan

Non c’è sensazione più irritante di non riuscire a trovare in maniera immediata ciò che si sta cercando su Google. E non perché manchino i risultati, ma perché questi risultino poco pertinenti con la ricerca effettuata.

Sulla base di questi presupposti, Google ha messo in campo una serie di contromisure apposite, come ad esempio l’autocorrezione di eventuali errori ortografici (il famoso “forse stavi cercando“). Lo stesso vale per l’apprendimento del linguaggio, che permette al sistema di intuire le parole chiave della ricerca e di dare loro più importanza.

Ma se ci ritroviamo a parlare di questo è perché tutto ciò non è sufficiente ad evitare il problema descritto in apertura e questo Google lo sa bene. Proprio per questo motivo a partire da oggi (iniziando dagli Stati Uniti) il motore di ricerca mostrerà un nuovo messaggio nel caso in cui il sistema abbia rilevato dei problemi relativi ai risultati. Il testo dovrebbe recitare una frase simile a “Sembra che non ci siano delle corrispondenze ottimali per la tua ricerca”. Al di sotto di esso, ovviamente, troveremo la classica lista di voci proposte dal motore di ricerca. Inoltre nelle situazioni in cui sarà possibile, il sistema fornirà dei piccoli consigli su come poter aggirare la mancanza di contenuti pertinenti.

LEGGI ANCHE: L’app per il contact tracing si chiamerà Immuni: ecco cosa sappiamo (Aggiornato)

Google tiene a specificare come questo messaggio dovrebbe apparire con poca frequenza, dopotutto lo scopo primario del motore di ricerca è di indirizzarci verso la strada giusta, tuttavia qual’ora dovesse comparire rappresenterebbe un colpo d’occhio immediato per l’utente.

Fonte: Google