Il sogno di tutti si sta avverando: Amazon comincia a fornire il tracking in tempo reale della posizione del corriere (foto)

Matteo Bottin -

Alzi la mano chi non ha mai comprato qualcosa online e non abbia mai voluto sapere la posizione esatta del corriere per sapere quando sarebbe arrivato. Nessuno? Bene, perché Amazon sta iniziando a realizzare (in parte) questo sogno, mostrando in tempo reale la posizione del corriere che ha in mano il vostro prodotto.

Si tratta di una funzionalità attiva solo per il corriere Amazon Logistics e, sfortunatamente, nemmeno per tutti i furgoni fisici. Tuttavia, non è limitato ai soli grossi centri urbani (come Milano o Roma), ma anche in “paesini sperduti”.

LEGGI ANCHE: Con l’app Amazon Kindle presto potrete esportare i vostri ebook sulle memorie SD esterne

Se dunque doveste accorgervi che il vostro pacco è spedito da Amazon Logistics, date un’occhiata più approfondita ai dettagli del tracking: potreste vedere la posizione precisa del “Babbo Natale”.

Ringraziamo Davide e tutto il gruppo SmartWorld Family Official su Facebook

  • nicosemp

    Immagino il postino con la coda di auto dietro di gente che vuole il proprio pacco SUBITO!

  • L0RE15

    A Milano con Prime Now é una cosa attiva sin dal giorno del lancio dell’app. Ad ogni modo, se questi sono i “sogni” di qualcuno, siam messi bene…

    • È ovviamente un’esagerazione ironica. Forse però così ovvio non è 🧐😅

    • Iacopo Savoia

      E che pesantezza……

  • ferragno

    solo io sogno la postina???

    • Scatamax

      Ahah pure io.. Ma occhio alle postine ciccione o attempate

      • ferragno

        tutto fa brodo

        • snke

          Ma anche no!

      • snke

        Io ho 2 che consegnano nella mia zona, una piu perchia dell’altra ahahah

    • Obi-Wan

      anche dalle mie parti ce ne sono un paio non male.

  • Tiwi

    bene, e magari, un po più di chiarezza x alcuni oggetti
    ho ordinato 2 cose, scritto prime bello in evidenza, tempo di arrivo, 2 settimane!! abituato alle consegne il giorno dopo, sembra un assurdità

    • Giulia

      Anche io ho prime, un pacco mi doveva arrivare venerdì ma visto che é un pacco consegnato dalle poste, da me vengono 1 giorno si e l’altro no 😒 per cui venerdì non sono venuti

      • pensavo di essere l’unico ad avere le consegne dalle poste un giorno si e l’altro no!

      • disqus_n9KyxiGMKt ):

  • .v.v.v.

    Ma la privacy del corriere non va a farsi f0tt3re!!!???

    • briox

      senza senso

      • .v.v.v.

        Quindi quando si fermano a pranzare devono informare te sulla trattoria che frequentano o se vanno a pranzo dall’amante, se hanno problemi di colon irritabile devi sapere quante fughe al bagno e dove esattamente ecc?

        • briox

          ma sarà un tracciamento di massima, nel senso che si ok vedi dove sta più o meno il pacco (non il corriere) ma non saprai mai precisamente in che stazione di servizio si è fermato ecc, e poi suppongo che il corriere inteso come come persona fisica rimarrà totalmente anonimo.

        • Beard

          Ma mica vedi nome e cognome dell’autista. È semplicemente un’indicazione di massima di posizione del corriere che porta il tuo pacco. Se lo vedi fermo in un punto come associ quel punto nello specifico all’amante di un anonimo o ad una trattoria?

        • Ands

          Anche se lavori in un’azienda con il badge il datore di lavoro sa quando entri ed esci dalla pausa pranzo. Non vedo il problema. Al contrario quando Amazon utilizzava SDA mi capitato piu volte che il corriere non passasse nel giorno stabilito (pago prime per avere i pacchi il giorno dopo) dicendo di non aver trovato nessuno a casa. Peccato che io ero a casa e non è mai stato lasciato nessun biglietto sulla porta…

    • Obi-Wan

      quale privacy? sta lavorando

      • .v.v.v.

        Allora? Come i dipendenti col braccialetto al polso…

        • Obi-Wan

          Se lavori come dipendente non esiste la privacy. Devi rendere conto costantemente di quello che stai facendo. Se non ti va bene stai a casa.

          • .v.v.v.

            Bravo, uno schiavo in pratica. Complimenti. Chi lavora per strada 8ore ha tutto il diritto di fermarsi in un bar per bere un bicchiere d’acqua e andare al bagno. E tu non hai alcun diritto di controllarlo.

          • Obi-Wan

            E chi ha detto che non può andare in bagno o andare a prendere qualcosa da bere?
            Il datore di lavoro ha tutto il diritto di controllare i propri dipendenti.
            Ma hai mai lavorato in vita tua?

          • .v.v.v.

            Prima di tutto qui non si parla affatto del controllo da parte del datore di lavoro ma di centinaia di utenti contemporaneamente.
            Secondo tu forse non comprendi che per chi fa quel genere di lavoro il confine tra lavoro e “vita” è assai sottile.
            Io lavoro ma non mi controllano, per fortuna…mi dispiace per chi è stato meno fortunato. (Te?)

          • Obi-Wan

            E una volta che uno che non sa chi sei ti controlla cosa può fare?

            Io lavoro in proprio e mi tratto peggio di come mi tratterrebbe un datore di lavoro, perché se faccio finta di lavorare non prendo soldi ugualmente come fa un dipendente.

          • .v.v.v.

            Ma ragazzi qui si sta perdendo di vista il nocciolo della questione.
            Io sto cercando di tutelare il lavoratore modello non il dis0nesto!!! Voi partite dal presupposto che il lavoratore sia un furfante…ditemi voi…
            Proprio perché tu lavori duro dovresti capire che ci sono delle necessità e dei limiti umani imprescindibili che esulano dalla mera produttività o dalla deontologia professionale.
            Ci saranno dipendenti che lavorano onestamente come te e che non devono essere controllati come un robot tagliaerba.

          • Se ti fermi per andare in bagno o prendere un caffé la tracciabilità mica ti dice “il corriere è in bagno” ma vedi solo che si è fermato. Potrebbe essere per esempio una consegna, un incidente o… una pausa. Non la vedo come una grande violazione 🙂

          • .v.v.v.

            Ok ma chi attende con ansia un pacco (tutti ormai) e vede il corriere fermo 20min per motivi imprecisati a 100m da casa sua sicuramente parte a 1000 per andare a recuperare il pacco o a questionare col corriere (che magari come dici tu ha fatto pure un incidente). Ora in citta invece di una persona saranno minimo 10 i tizi sul piede di guerra “a caccia” del corriere…
            Per me a tutela del lavoratore l’esatta posizione del proprio pacco è meglio che rimanga avvolta nel mistero…poi si sa il business passa sopra a tutto e a tutti e quindi si realizzerà il vostro triste sogno. 😉

          • È vero che potrebbe succedere quello che dici te (ovvero che un pazzo vada a cercare il corriere fermo da 20 minuti) ma allo stesso tempo eviterà le centinaia di persone che ogni giorno chiamano Amazon e le aziende dei corrieri per sapere perché alle 09:20 il loro pacco non è ancora stato consegnato. Per 1 corriere molestato in più, ci saranno centinaia di altri lavoratori molestati in meno.
            Aggiungo poi che secondo me lo scenario descritto sopra nel 99% dei casi non si avvererà mai perché un corriere fermo 20 minuti in un posto in orario lavorativo può essere solo per due motivi: fa il furbo (e allora non ci sono molte scuse) o ha avuto un contrattempo (e in quel caso può anche non essere male che uno venga a prendersi il suo pacco da solo).

          • .v.v.v.

            Mah…. vedremo! Io la trovo una mossa identica a quella del bracciale al polso dei dipendenti, anch’essa, con più di un lato oscuro…

            PS. un futuro ricco di psicosi da consegna tardiva è ormai alle porte 🙂

          • greyhound

            si tratta semplicemente di tracciare un mezzo aziendale.
            in che modo violerebbe la privacy del conducente?

            se il conducente fa il suo lavoro l avere il tracciamento o meno non comporterebbe alcun cambiamento

      • Marco Piramide

        Io lavoravo alle poste ed ho visto gente che con i furgoni delle poste andava a farsi i giretti, da quando hanno messo il gps di serie, Finalmente si è risolto il problema. Il lavoro è lavoro. E con un mezzo aziendale quello devi fare. Altre soste vanno giustificate

        • Obi-Wan

          Il marito dell’ex badante dei miei nonni veniva a prendere la moglie col furgone delle poste e la portava a fare la spesa…

  • francesco

    a milano col primenow c’è da sempre (e quando sto aspettando qualcosa ho un monitor dedicato comodissimo!)