La fibra mista rame di TIM potrebbe raggiungere i 250 Mega nel 2019: è giunta l’ora del vectoring?

Edoardo Carlo Ceretti La tecnica che consente la drastica riduzione dei disturbi elettromagnetici potrebbe essere finalmente applicata da TIM a partire dal nuovo anno, a tutto vantaggio della velocità in download e upload.

Che l’Italia non sia un paese all’avanguardia per quanto riguarda l’infrastruttura della fibra ottica è sotto gli occhi di tutti, con molte città ancora in attesa della fibra FTTH e tantissimi comuni a stento coperti dalla molto meno performante fibra FTTC, la cosiddetta fibra mista rame. Quest’ultima però potrebbe presto trovare nuova linfa, a giudicare dalla descrizione di un’offerta TIM disponibile dal 2019.

Il profilo velocità dell’offerta TIM Connect Fibra Winter Edition riporta infatti, per la fibra FTTC, la velocità massima di 250 Mb/s in download, attualmente limitata al massimo teorico di 200 Mb/s. Questo innalzamento dell’asticella potrebbe essere dovuto alla prossima adozione della tecnica del vectoring, che va a limitare le interferenze provocate dalla vicinanza fra i cavi in rame, garantendo fino ad un massimo teorico di 350 Mb/s in download.

LEGGI ANCHE: Guardate il primo video in realtà virtuale generato dall’IA di NVIDIA

Per il momento siamo ancora nel campo delle ipotesi, ma se questo scenario si concretizzasse, consentirebbe una fruizione più soddisfacente della connessione ad internet agli utenti che abitano in zone non ancora raggiunte dalla vera fibra FTTH. Staremo a vedere se TIM avrà in serbo qualche annuncio in tal senso con l’inizio del nuovo anno.

Via: Tariffando