Trustpilot introduce la verifica dell'identità, per recensioni ancora più affidabili

Trustpilot introduce la verifica dell'identità, per recensioni ancora più affidabili
Vito Laminafra
Vito Laminafra

Quando si acquista online, è importante affidarsi alle recensioni di chi ha comprato il prodotto in questione precedentemente: Trustpilot, sito web che si occupa proprio di raccogliere le varie recensioni, ha da poco introdotto una nuova funzione che rende ancora più affidabili i pareri di altri utenti.

Stiamo parlando della verifica dell'identità per i recensori: questa funzione permette ai recensori di provare la propria identità quando pubblicano una recensione su Trustpilot, utilizzando un documento d'identità con foto e un selfie. L'obiettivo è ovviamente quello di garantire che siano persone reali a scrivere, aiutando altri utenti ad acquistare online con maggiore serenità.

Per verificare la propria identità sarà sufficiente fornire un'identificazione con foto rilasciata dal governo, come una patente di guida, una carta d'identità o un passaporto. A quel punto, di fianco al proprio nome apparirà un badge verde con un segno di spunta bianco al suo interno, che significherà proprio che il recensore è stato verificato. Ovviamente, è possibile identificare la propria identità mantenendo il profilo pubblico anonimo: in questo caso il badge di verifica apparirà di fianco allo pseudonimo prescelto.

"Crediamo che chiunque voglia raccontare la propria esperienza debba avere la possibilità di farlo. La Consumer Verification rappresenta, quindi, un ulteriore passo per dimostrare la genuinità dei nostri recensori e, al contempo, garantire ai nostri utenti una piattaforma aperta sempre più trasparente" ha commentato Claudio Ciccarelli, Country Manager di Trustpilot in Italia.

Mostra i commenti