Twitter usava il numero di telefono degli utenti per la pubblicità mirata, e ora la pagherà

150 milioni di dollari di multa dal Dipartimento di Giustizia americano
Twitter usava il numero di telefono degli utenti per la pubblicità mirata, e ora la pagherà
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Non è un buon periodo per Twitter. L'azienda, nel bel mezzo dell'acquisizione (per ora sospesa) da parte di Elon Musk, prima dà l'addio definitivo al cofondatore ed ex amministratore delegato Jack Dorsey, e ora si è vista infliggere una multa da 150 milioni di dollari per risolvere una causa sulla privacy con il Dipartimento di giustizia (DOJ) e la Federal Trade Commission (FTC) americane.

Canale Telegram Offerte

L'accusa risale al 2019 e si basa sul fatto che Twitter tra il 2013 e il 2019 avrebbe incoraggiato gli utenti ad aggiungere un numero di telefono o un indirizzo e-mail per abilitare misure di sicurezza come l'autenticazione a due fattori e poi avrebbe incorporato tali informazioni nei suoi dati sul targeting degli annunci. In pratica li avrebbe usati per pubblicità mirate, il tutto mentre affermava di conformarsi alle regole della privacy tra Unione Europea e USA e tra Svizzera e USA.

L'azienda poi nel 2019 si era scusata, affermando di aver "inavvertitamente" incanalato indirizzi e numeri nel suo sistema pubblicitario. Ora, oltre alla multa, l'azienda dovrà condurre test e audit regolari sulle misure che utilizza per salvaguardare la privacy degli utenti. La risposta di Twitter?

"Il nostro accordo con la FTC riflette gli impegni e gli investimenti preesistenti di Twitter in sicurezza e privacy".

Via: The Verge
Fonte: FTC, DOJ
Mostra i commenti