Twitter studia un nuovo metodo per combattere la piaga degli utenti impostori

Edoardo Carlo Ceretti

Il tema delle fake news ha ormai raggiunto una rilevanza mondiale, tanto da generare un pericoloso e sempre più vasto flusso di disinformazione, capace di influenzare negativamente l’opinione di milioni di persone. Un aspetto correlato riguarda il proliferare di account fake, che replicano o mimano nome e immagine profilo di personaggi famosi, importanti ed influenti, al fine di attribuire loro prese di posizione ed opinioni del tutto inventate.

Uno dei maggiori strumenti utilizzati per questa pratica è Twitter, che da tempo è corsa ai ripari contrassegnando i profili verificati con la celebre icona azzurra contenente una spunta. Di recente però, si è scoperto che Twitter abbia fatto un uso troppo disinvolto di questo simbolo, concedendolo anche ad account di discutibile fama. Ecco dunque che il social media ha iniziato a testare una nuova contromisura, per evidenziare i post degli utenti.

LEGGI ANCHE: Tutto su Samsung Galaxy S10

In particolare, un ristretto numero di utenti iOS e Android ha iniziato a notare la comparsa del tag Original Tweeter, posizionato appena sotto al nome dell’autore di un post. In particolare, questo tag è destinato alle risposte ai tweet, per evidenziare e confermare che l’autore della risposta sia lo stesso account che ha scritto il tweet originale, scongiurando la possibilità che un profilo impostore si possa intromettere nella discussione. Non è chiaro se e quando questo accorgimento verrà diffuso anche a tutti gli utenti di Twitter, ma si tratta sicuramente di un interessante tentativo di rendere più difficile la vita ai troll e a chi diffonde fake news.


Via: 9to5 Mac