WhatsApp prova a riguadagnare fiducia a partire dall’app per web e PC

Nicola Ligas - L'autenticazione biometrica tramite smartphone diventa obbligatoria per chattare da PC

In quello che probabilmente è solo un primo tentativo per cercare di riprendersi un po’ di fiducia in materia di privacy, WhatsApp obbligherà gli utenti all’autenticazione biometrica per poter accedere a WhatsApp web ed all’app su PC.

Per limitare la possibilità che qualcun altro si colleghi al vostro account senza il vostro permesso, WhatsApp vi chiederà di confermare il vostro volto/impronta digitale, e solo successivamente vi permetterà la scansione del codice QR necessario all’attivazione di WhatsApp web/PC.

LEGGI ANCHE: Le chat WhatsApp possono essere importate su Telegram

Questa nuova funzione è attiva e non disattivabile; l’unico modo per non farla scattare è cancellare volto e/o impronte digitali registrate nel vostro smartphone, prima dell’abilitazione di WhatsApp web/PC, esponendovi così ad ulteriori rischi.

C’è inoltre un’ulteriore novità: ogni volta che qualcuno si loggherà sul vostro account WhatsApp tramite web o PC riceverete anche una notifica sul telefono (diversa da quella permanente che indica attività da parte di WhatsApp web).

Facebook chiarisce inoltre che non avrà accesso alcuno ai vostri dati biometrici, e che tutto sarà processato dal sistema operativo del vostro smartphone; giusto per evitare ulteriori dubbi proprio in materia di privacy.

Al momento la funzione non sembra ancora attiva, ma del resto WhatsApp parla di rollout a partire da oggi, quindi l’attesa dovrebbe essere breve.