Il 2019 sarà l’anno di Wi-Fi 6, ma ci vorrà tempo prima di poterlo sfruttare al massimo

Vezio Ceniccola

Il CES 2019 è stata l’occasione giusta per vedere all’opera le potenzialità del nuovo Wi-Fi 6, ultima versione del protocollo che diventerà protagonista a partire dai prossimi mesi di quest’anno. Il periodo di adattamento, infatti, non sarà così corto come ci si potrebbe aspettare, anche se la vendita dei dispositivi con supporto a Wi-Fi 6 è praticamente già iniziata.

Le novità della nuova tecnologia di rete sono tante. Oltre ad aumentare la banda disponibile e ad ottimizzare la stabilità del collegamento, Wi-Fi 6 si propone di ridurre il consumo energetico dei dispositivi mobili e di far collegare più terminali alla stessa rete, garantendo comunque una buona connettività per tutti, in special modo per i gadget IoT.

Tutti i maggiori produttori di hardware si stanno già muovendo per supportare questa tecnologia. DELL, ASUS, MSI e HP hanno presentato al CES alcuni notebook con supporto Wi-Fi 6, ma ci si attende buone notizie anche dal mondo smartphone, grazie ai nuovi chip Snapdragon 855 che integrano questa tecnologia.

Il problema è che siamo ancora in uno stadio iniziale del supporto. I primi router con supporto Wi-Fi 6 sono già in vendita, ma la maggior parte dei prodotti capaci di sfruttare tale protocollo dovrebbe arrivare in vendita solo nel prossimo autunno.

LEGGI ANCHE: Che cos’è Wi-Fi 6

Come da tradizione per ogni passaggio di versione, soprattutto per quanto riguarda le tecnologie di rete, bisognerà attendere non poco per poter entrare realmente nel mondo di Wi-Fi 6. Col passare degli anni ci saranno sempre più dispositivi capaci di supportare tale tecnologia, ma per il 2019 sembra ancora un po’ troppo presto.

Via: The Verge