Se siete abbonati a YouTube Music Premium e amate viaggiare, potete finalmente fare a meno dei VPN

Edoardo Carlo Ceretti Occhio però a non stare via oltre 6 mesi, perché a quel punto ritornerebbero le restrizioni.

Fino a questo momento, Google era stata piuttosto drastica nelle restrizioni geografiche relative a YouTube Music. Il servizio infatti non è disponibile in tutti i Paesi del mondo e dunque Big G impediva di utilizzarlo anche ai viaggiatori che si recavano saltuariamente in determinate aree, compresi i detentori di un abbonamento Premium. Ora però, le maglie di queste norme restrittive si sono finalmente allargate.

Specialmente per coloro che pagano ogni mese per il servizio YouTube Music Premium, risultava particolarmente frustrante non poter utilizzarlo non appena varcavano i confini di un Paese in cui il servizio non era disponibile. Per ovviare a questa incongruenza e venire incontro ai propri utenti, Google ha deciso di scendere ad un buon compromesso: da ora infatti, gli utenti potranno continuare ad utilizzare YouTube Music anche in Paesi in cui non è previsto il servizio, a patto di non superare la soglia dei 6 mesi di residenza all’estero.

LEGGI ANCHE: Le grandi offerte del Black Friday stanno per tornare

Allo stesso modo, i brani scaricati in locale saranno da ora disponibili fino a 30 giorni senza accesso alla connessione ad internet, altro inconveniente che può capitare visitando Paesi in via di sviluppo. In realtà, non è del tutto chiaro se il computo dei 6 mesi si azzeri ogni volta che si fa ritorno nel proprio Paese oppure segua altri criteri, ma per i viaggiatori medi, si tratta di una novità più che sufficiente per poter utilizzare YouTube Music, senza dover ricorrere all’utilizzo di VPN.


Via: Android PoliceFonte: Supporto Google
  • berserksgangr

    Anche in Cina? 🙂