Migliori Giradischi – Settembre 2019

La nostra lista dei migliori giradischi di settembre 2019.

Sul finire degli anni 80, il vinile era considerata una tecnologia vecchia e superata per l’ascolto musicale, tanto che il suo destino sembrava ormai segnato. Per fortuna, l’avvento del terzo millennio ha risvegliato l’interesse per gli LP, che sono riusciti a ricrearsi un mercato sempre meno di nicchia ed hanno ridato nuova vita al mondo dei giradischi, con tanti nuovi produttori che si sono affacciati in questo settore.

Che siate giovani hipster in cerca del primo giradischi oppure utenti maturi bisognosi di sostituire un modello ormai zoppicante, in questa guida all’acquisto troverete alcune delle migliori soluzioni per ascoltare al meglio i vostri vinili, con prodotti per tutti i gusti e per tutte le tasche. Nella lista stono presenti articoli delle marche più rinomate come Sony, Thorens, Technics, Pioneer e Audio Technica, ma non mancano sorprese più originali.

LEGGI ANCHE: Migliori soundbar

E si tratta di questioni di non poco conto: per molti, l’ascolto in vinile è una vera e propria esperienza sensoriale, dunque i migliori prodotti presentano quasi sempre prezzi molto elevati. In ogni caso, grazie alle offerte delle grandi catene come MediaWorld, Unieuro e Trony, o meglio ancora grazie agli sconti offerti dagli store online come Amazon e ePRICE, trovare il giradischi dei sogni al giusto prezzo non è un’utopia.

CANALE TELEGRAM OFFERTE

Come scegliamo i migliori giradischi?

Essendoci una grande varietà di prodotti in ogni fascia di prezzo, non è semplice individuare i migliori giradischi per far suonare al meglio i nostri 33 o 45 giri. Abbiamo dato priorità ai modelli ottimizzati per l’ascolto domestico, più che a quelli dedicati al mondo dei DJ, cercando sempre un giusto bilanciamento tra prezzo di listino e prestazioni. Qui di seguito riportiamo le caratteristiche tecniche e funzionali che abbiamo tenuto presenti per le nostre scelte, che possono darvi anche una rapida infarinatura sul funzionamento di questi oggetti.

  • Design: trattandosi di un prodotto ormai storico, le forme sono solitamente abbastanza tradizionali e prevedono il classico set di elementi meccanici costituito da base, piatto, braccetto e testina. Molti giradischi integrano un coperchio superiore, mentre solo alcuni hanno degli altoparlanti inseriti nella scocca, che in certi casi li rendono addirittura portatili. Ci sono produttori che hanno lanciato sul mercato rari esempi di design più originali, come quelli super minimali di Pro-Ject o quelli con forme vintage a valigetta.
  • Tecnologia: chi è già abbastanza esperto di vinili sa quanto sia importante utilizzare la massima cura per la riproduzione di tali supporti, scegliendo un giradischi che abbia una buona soppressione delle vibrazioni, una velocità costante del piatto e una giusta pressione della testina. Per fare questo bisogna considerare il tipo di telaio, rigido o sospeso, la trazione del piatto, diretta o a cinghia, e soprattutto la forma del braccetto, dritto o a “S”.
  • Connettività: i migliori giradischi devono avere necessariamente delle buone uscite RCA, magari affiancate anche da jack audio da 3,5 mm e ingresso AUX-IN. I prodotti più recenti integrano anche porte USB e connettività wireless Bluetooth, che in alcuni casi supportano anche gli standard Hi-Res e aptX.
  • Potenza: non è solo questione di decibel. Per valutare la potenza e la qualità del suono di un giradischi è molto importante verificare la presenza di un preamplificatore phono, spesso integrato sui modelli di fascia bassa e media: grazie a questo elemento hardware è possibile collegare direttamente le casse al giradischi, ottenendo subito una buona resa sonora. Per i modelli più costosi è invece consigliabile l’accoppiamento con amplificatori e sistemi Hi-Fi esterni, in modo da gestire al meglio ogni parametro.
  • Funzionalità: se volete semplificarvi la vita, state attenti alla presenza di sistemi automatici per l’avvio o l’arresto della riproduzione, in grado di regolare da soli lo spostamento di braccetto e testina. Molto importante anche l’integrazione di un sistema anti-skating e di un regolatore del pitch, spesso presenti nei modelli da DJ. Infine, i prodotti più recenti includono spesso funzioni per la registrazione dell’audio, che può essere utile per salvare su file digitali le proprie canzoni preferite.

Quali sono i migliori giradischi?

Le diverse categorie che potete trovare qui in basso racchiudono la nostra selezione dei migliori giradischi del momento, divisi a seconda del prezzo e delle funzionalità. Come sempre, potete leggere la lista completa con tutti i prodotti oppure saltare direttamente alla sezione che più rispecchia le vostre necessità cliccando su uno dei link elencati di seguito. Per ciascun articolo abbiamo indicato le caratteristiche principali e allegato i relativi link all’acquisto.

Migliori giradischi economici

I giradischi solitamente non sono prodotti molto economici, ma se volete un piccolo dispositivo per iniziare ad ascoltare qualche vinile di tanto in tanto, le soluzioni non mancano. Qui di seguito potete trovare qualche proposta con prezzi interessanti, anche se tra i giradischi entry level i prezzi sono comunque spesso superiori ai 100€.

DIGITNOW! M401

Se volete praticamente tutto al prezzo più basso possibile, la proposta di DIGITNOW potrebbe fare al caso vostro. Stiamo parlando di un giradischi a 3 velocità (33, 45, 78 giri) con coperchio e altoparlanti integrati. Presenta uscite RCA e jack audio da 3,5 mm, ma integra anche un controllo per il pitch e un pulsante per l’arresto automatico. In più, c’è anche una funzione di registrazione tramite USB, con software incluso. Il problema? La qualità costruttiva è al minimo, così come lo è la resa sonora. Ma a questo prezzo, difficile chiedere di più.

  • ACQUISTO: 53€ (Amazon)

Sony PS-LX300USB

Uno dei giradischi Sony più economici su piazza, rappresenta un buon investimento per chi vuole spendere poco ed avere una buona resa audio. Design classico, con coperchio e base spigolosa, pochi controlli e tanta sostanza: due velocità, 33 e 45 giri, trazione a cinghia, uscite RCA e USB, supporto segnale/rumore superiore ai 50 dB, funzionamento completamente automatico. Insomma, un buon identikit per un giradischi entry level.

Pioneer PL-990

Altro prodotto molto concreto, simile al precedente di Sony sia per prezzo che per design. In questo caso troviamo un rotore a sospensione con braccetto diritto a massa bassa, due velocità (33 e 45 giri) con trazione a cinghia, fonoequalizzatore integrato e funzionamento completamente automatico. Ci sono solo le uscite RCA, manca la porta USB.

Migliori giradischi Bluetooth

Utilizzare un giradischi tramite connessione Bluetooth può sembrare una bestemmia per i puristi, ma molto utenti cercano proprio prodotti di questo tipo per un ascolto più comodo, magari usando cuffie o speaker wireless. Se anche voi siete alla ricerca di un buon giradischi Bluetooth, qua sotto ci sono ottime probabilità di trovarne uno che fa per voi.

Bigben Interactive TT450BT

BigBen, la società francese che ha assorbito Thomson, ha diversi modelli di giradischi tra cui anche varianti dotate di Bluetooth. Il TT450BT è uno dei più recenti. È stato svelato verso la fine del 2018, e vanta appunto connessione Bluetooth per l’ascolto wireless, ascolto via cavo classico, finiture in legno e puntina audio tecnica at – 3600l.

Audio-Technica AT-LP60BT

Uno tra i prodotti più moderni del leggendario marchio Audio-Technica, in grado di unire tradizione e innovazione, offrendo un’ottima qualità sonora anche attraverso la connettività Bluetooth. Di questo modello si devono citare il piatto antirisonante in alluminio pressofuso, la testina magnetica dual-moving, il meccanismo automatizzato a due velocità con trazione a cinghia e il preamplificatore phono integrato sulle uscite RCA.

ION Audio Pro100BT

Con un design moderno ma rispettoso della tradizione, questo giradischi ION Audio propone molte funzionalità interessanti. Ha un coperchio antipolvere, un braccetto automatizzato di forma dritta a massa ridotta, trazione a cinghia a due velocità e preamplificatore phono integrato. Ci sono le uscite RCA, jack cuffie e USB, ma soprattutto c’è la connettività Bluetooth.

Teac TN-280BT-B

Simile per design al modello appena sopra, le differenze sono tutte a livello tecnico. In questo caso abbiamo un giradischi a 3 velocità (33, 45, 78 giri) con trazione a cinghia, piatto in alluminio pressofuso, equalizzatore phono integrato e meccanismo anti-skating. Il meccanismo di funzionamento è automatico, ma attenzione alla connettività: oltre al Bluetooth ci sono solo le uscite RCA per il collegamento fisico.

Migliori giradischi portatili

Tra gli anni 50 e 70 i giradischi portatili in stile valigetta erano molto diffusi, cosa che ne ha fatto oggetto di venerazione per molti giovani nati in decenni successivi. Al giorno d’oggi esistono tante marche che propongono giradischi vintage, ma spesso si tratta di prodotti dalla qualità non eccezionale. Se comunque siete fan dello stile vintage, amerete alcuni degli articoli proposti in questa sezione.

ION Audio Vinyl Transport

Per chi vuole un giradischi a valigetta senza spendere troppo, è ancora una volta ION Audio a correre in vostro soccorso. Questo prodotto ha moltissime funzionalità: riproduce dischi a 3 velocità (33, 45, 78 giri), ha uscite solo RCA, presenta due altoparlanti integrati sulla parte frontale ad ha anche un meccanismo auto-stop. Inoltre, può essere alimentato a batterie con 4 pile AA, dunque si può utilizzare praticamente ovunque.

  • ACQUISTO: 50€ (Amazon)

Crosley Cruiser Deluxe

Altro giradischi vintage in stile valigetta, simile per concezione al precedente. Oltre alle funzioni base come riproduzione a 3 velocità, uscite RCA e speaker integrati, qui troviamo anche il controllo del pitch e la connettività Bluetooth, che lo rendono utilizzabile con qualsiasi tipo di cassa portatile.

Lenco Classic Phono TT-34

Se volete un prodotto con un stile davvero vintage, il Lenco Classic Phono non vi deluderà. Nella sua raffinatissima valigetta in legno dalla forma tondeggiante sembra uscito direttamente dagli anni 30, ma qui non è solo questione di stile: il riproduttore funziona a 3 velocità, ha due speaker sui lati ed è preamplificato. Supporta uscite RCA ed ha anche un ingresso USB, eventualmente utilizzabile per collegarlo al PC e registrare i propri vinili.

Migliori giradischi con casse

Se state cercando un giradischi con design all-in-one, dotato anche di altoparlanti per riprodurre direttamente la musica dal vinile, qui troverete pane per i vostri denti. La nostra piccola selezione di giradischi con casse offre diverse interpretazioni di questo concetto, proponendo articoli dallo stile classico e anche alcuni prodotti più estrosi.

Lenco LS-50

Elegante, minimale e concreto. Con queste parole abbiamo già definito molto bene il profilo di questo giradischi Lenco, inserito in questa sezione per un motivo ben preciso: ha le casse, ma non si vedono. Per la precisione, gli speaker sono integrati nei piedini, cosa che permette di non rovinare l’estetica così pulita e senza fronzoli. A livello tecnico, si tratta di un giradischi a 3 velocità (33, 45, 78 giri), ha un piatto da 300 mm, funzione auto-stop e due puntine diverse incluse. Sul retro della base, totalmente in legno, presenta uscite RCA e USB.

ION Audio Mustang LP

A metà tra un giradischi vintage ed un pezzo da collezione, il Mustang LP ricorda molto da vicino lo stile delle leggendarie Ford degli anni 60. Non a caso, è una replica molto fedele di uno stereo Mustang del 1965, riprodotto su licenza ufficiale. Può leggere vinili a 33, 45 e 78 giri, integra due evidenti altoparlanti sui lati ed è dotato di uscite RCA e USB. Per non farsi mancare nulla, è presente anche una radio, sintonizzabile tramite la bellissima lancetta frontale.

Migliori giradischi professionali

La categoria più interessante, nonché più piena tra quelle proposte in questa guida all’acquisto. Qui potete trovare soluzioni di ottimo livello per l’ascolto casalingo ed anche alcuni modelli da DJ, ma in ogni caso il concetto di “professionale” indica che abbiate bisogno di un minimo di competenza nel settore per poterli gestire al meglio. Inoltre, molti articoli sono completamente manuali ed hanno necessariamente bisogno di un amplificatore esterno per poter funzionare, dunque state attenti anche a questi parametri tecnici.

Audio Technica AT-LP1240-USB

Probabilmente uno tra i giradischi professionali più conosciuti, proposto ad un prezzo quasi imbattibile. La qualità di Audio Technica si apprezza nei dettagli di questo modello semiautomatico, con trazione diretta a 3 velocità (33, 45, 78 giri), piatto in alluminio pressofuso, braccio ad “S” regolabile in altezza, luce sul punto di arrivo della puntina, riproduzione in play e back-play, tasto start/stop con ingresso per controllo a distanza e pre phono interno. Grazie al controllo del pitch precisissimo e al design del piatto è utilizzabile perfettamente anche come giradischi da DJ. Sono presenti varie uscite RCA, collegabili in versione phono/line, un AUX-IN e anche un ingresso USB. In confezione sono inclusi gli adattatori per il collegamento.

Rega Planar 1

Design super minimale, base solidissima in colorazione lucida, qualità Rega. Il Planar 1 in versione 2016 è il modello meno costoso dell’azienda, ma non per questo è un prodotto per tutti. Anzi, è un giradischi professionale nel senso più puro del termine, perché è completamente manuale e richiede una certa competenza per dare il meglio. Monta una testina Rega Carbon MM, un braccetto dritto RB 110 a bassissimo attrito e un motore sincrono da 24 V. Ha un meccanismo anti-skating e un piatto molto stabile. Presenta connessioni RCA ma non ha alcun preamplificatore: per poterlo sentire suonare, dovrete dotarvi per forza di un buon amplificatore esterno, magari anche di qualità più che discreta.

Pioneer PLX-500

Pensato per i DJ, amato da una vasta fetta di pubblico, il PLX-500 fa tante cose e le fa bene. Si presenta con un piatto in alluminio pressofuso con 332 mm di diametro, un braccetto a “S” molto preciso, un motore a 3 velocità con trazione diretta e controllo del pitch molto fine. Ha uscite RCA phono/line e un ingresso USB. Ideale per i DJ alle prime armi, ottimo anche come dispositivo per l’ascolto domestico.

Pro-Ject Debut Carbon

Altro prodotto dal design pulitissimo, seguendo l’esempio di Rega. Questo Debut Carbon di Pro-Ject appare molto solido, ha un braccetto dritto in fibra di carbonio, un motore DC a sospensione e un piatto con trazione a cinghia a due velocità. La testina inclusa in confezione è una Ortofon 2M RED, mentre le uscite sono solo RCA. Non è presente un preamplificatore phono, il funzionamento è completamente manuale.

Sony PS-HX500

Giradischi professionale a due velocità, 33 o 45 giri, perfetto per l’ascolto a casa. Oltre alla buona qualità costruttiva, grazie ad una trazione a cinghia molto precisa e alla base in MDF di alta qualità, la sua maggior qualità è il convertitore A/D interno, che supporta la conversione nativa DSD da analogico a digitale a 2,8 MHz o 5,6 MHz. Presenta due uscite RCA con messa a terra, un equalizzatore phono integrato e una porta USB con standard Hi Res.

Thorens TD 170-1

Il marchio Thorens è sinonimo di grande affidabilità nel mondo dei giradischi e questo TD 170-1 lo dimostra pienamente. Il design è classico, con una solida base sostenuta da quattro piedini che evitano le vibrazioni ed un coperchio trasparente per la protezione. Ha un motore DC con controllo elettronico a 3 velocità (33, 45, 78 giri) e trazione a cinghia, un braccetto di lettura TP 18 ed una puntina OMB 10. Integra un preamplificatore phono sulle uscite RCA.

Migliori giradischi top

Al di là dei giradischi professionali, esistono prodotti che vanno oltre la soglia della “buona resa sonora”, arrivando ad offrire prestazioni da top gamma. Alcuni di questi li trovate qui di seguito, anche se bisogna avvisarvi subito: i prezzi vanno ben oltre i 1.000€, in qualche caso anche più del doppio.

Technics SL-1200

Il re assoluto quando si parla di giradischi da DJ, una vera leggenda che ha saputo declinarsi in varie versioni, tutte ben riuscite. L’aspetto mostra già i suoi muscoli: ha un piatto stabilissimo, un braccetto ad “S” con un ottimo sistema anti-skating, un controllo del pitch super preciso e tante altre finiture tecniche. La trazione è diretta e l’azionamento è completamente manuale. Il prezzo è molto salato, ma se volete portarvi a casa un pezzo di storia non ci sono mezze misure.

Thorens TD 309

La forma originalissima di questo giradischi Thorens è solo la punta dell’iceberg rispetto alle sue qualità. Il telaio sospeso adotta il sistema three-point-suspension per offrire la migliore stabilità, mentre il motore a controllo elettronico ha una trazione a cinghia molto precisa, che permette la riproduzione a due velocità (33 e 45 giri). Braccetto e puntina sono di ottima qualità, aiutati anche da un buon sistema anti-skating. Il funzionamento è completamente manuale ed è d’obbligo abbinarlo ad un amplificatore di fascia top.

Marantz TT-15S1

Design molto raffinato e qualità invidiabile per questo Marantz dal prezzo salatissimo. Il rapporto segnale/rumore arriva ad oltre 80 dB, segno che si tratta di un prodotto di altissimo livello. Il telaio in resina acrilica è bello da vedere e stabilissimo durante la riproduzione, mentre il motore a due velocità con trazione a cinghia è isolato, per ammortizzare al meglio le vibrazioni. Da citare anche un ottimo sistema anti-skating magnetico e la particolarissima testina MM incastonata nel corpo in ebano. Un giradischi per veri audiofili.

Tutti i prodotti descritti potrebbero subire variazioni di prezzo e disponibilità nel corso del tempo, dunque vi consigliamo sempre di verificare questi parametri prima dell’acquisto.

 

DA NON PERDERE

Se cercate prodotti differenti dai giradischi, eccovi qualche alternativa: