Netflix aumenta i prezzi degli abbonamenti negli USA, di nuovo

Netflix aumenta i prezzi degli abbonamenti negli USA, di nuovo
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Netflix aumenta nuovamente i prezzi dei suoi abbonamenti negli Stati Uniti. Sembra esserci un pattern nel progressivo aumento dei costi del servizio, esattamente come succede in Italia. Più o meno ogni due anni la società aumenta i prezzi degli abbonamenti.

In Italia sono aumentati nel 2021, e andando a ritroso si trovano aumenti nel 2019 e nel 2017. Ogni 2 anni insomma, esattamente come succede negli Stati Uniti. In America infatti i precedenti rincari ci sono stati nel 2015, nel 2017 e nel 2019. Il 2020 è stato un anno anomalo con un ulteriore rincaro (forse dovuto alla pandemia).

Stavolta ad essere colpiti sono tutti e tre i piani. Il piano Base, comprensivo di streaming su un solo dispositivo, passa da 9 a 10 dollari al mese. Quello Standard passa da 14 a 15,50$, mentre quello 4K, con la visione contemporanea su 4 schermi, passa da 18 a 20 dollari al mese. L'aumento ha colpito anche il Canada.

Come di consueto l'aumento colpirà nell'immediato solo i nuovi iscritti. I già abbonati si vedranno aumentare gradualmente il costo, esattamente come successo in Italia. Nel nostro caso ad esempio, l'aumento fu annunciato a fine ottobre ma è stato messo in atto da Netflix solo a fine dicembre 2021.

E valgono le stesse considerazioni che abbiamo fatto nel 2021. L'aumento arriva in un momento davvero particolare per Netflix. Da una parte il servizio continua a sfornare contenuti di qualità visti e discussi in tutto il mondo, come Squid Game, Don't Look Up, The Witcher e tanti altri. Dall'altra parte, di servizi di streaming alternativi ce ne sono sempre di più, tutti caratterizzati da prezzi di gran lunga inferiori a quelli applicati da Netflix.

Fonte: The Verge
Mostra i commenti