Registro delle opposizioni per cellulari approvato, ma quando ci si potrà iscrivere?

Il decreto entrerà in vigore dal 13 aprile, ma per iscriversi ci sarà da aspettare l'estate
Registro delle opposizioni per cellulari approvato, ma quando ci si potrà iscrivere?
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Il registro pubblico delle opposizioni per cellulari è finalmente legge: dopo un'interrogazione parlamentare, una certa pressione da parte delle associazioni a tutela dei cittadini e un'attesa di ben 3 mesi dall'approvazione, ieri il decreto è finalmente stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Come di consueto, la norma entrerà in vigore 15 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta, ossia il 13 aprile, ma questo non vuol dire che la fine del telemarketing e delle chiamate indesiderate sia così vicina

Iscrizioni dei numeri di cellulare dal 27 luglio

Anche se il decreto è stato approvato, infatti, prima che il nuovo registro pubblico delle opposizioni diventi effettivamente operativo passerà del tempo: sarà necessario avviare delle consultazioni pubbliche con gli operatori, definire il regolamento tecnico con un nuovo decreto (che verrà emanato dal Ministero dello Sviluppo Economico entro 60 giorni) e stipulare una nuova convenzione con la Fondazione Bordoni (FUB), che gestisce il registro delle opposizioni attualmente in vigore.

Secondo le previsioni, il registro pubblico delle opposizioni per cellularei dovrebbe essere attivo a partire dal 27 luglio: ci si augura che la data verrà rispettata, anche perché il 31 luglio verrà abrogato il provvedimento che regola l'attuale registro delle opposizioni.

Come funziona il Registro Pubblico delle Opposizioni per cellulari

È molto probabile che l'iscrizione al nuovo registro pubblico delle opposizioni verrà gestita tramite il portale già esistente, registrodelleopposizioni.it. Come già avviene per i numeri fissi, sarà possibile registrare il proprio numero di cellulare tramite un semplice form online, oppure per telefono, via mail o raccomandata.

Iscrivendo il proprio numero di cellulare, si può richiedere di opporsi all'invio di materale pubblicitario, alle chiamate per ricerche di mercato e per comunicazioni commerciali.

Vale la pena notare che, come specificato dall'articolo 7 del decreto, il divieto si estende anche alle cosiddette robocall (chiamate senza operatore), oltre che ai normali sistemi automatizzati di chiamata.

Infine, il decreto stabilisce che il Ministero dello Sviluppo Economico, insieme alla alla Presidenza del Consiglio, "realizzano e promuovano una campagna informativa rivolgta ai contraenti" nel primo semestre di funzionamento del nuovo registro.

Mostra i commenti