A Milano potrete prendere il primo taxi volante d'Italia

Stilato un accordo per la realizzazione di vertiporti in occasione delle Olimpiadi invernali del 2026
A Milano potrete prendere il primo taxi volante d'Italia
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

Spostarsi in città evitando il traffico, planando al di sopra di palazzi e case, comodamente seduti in un piccolo e silenzioso veivolo elettrico. Può sembrare una fantasia degna dei migliori film di fantascienza e invece è una realtà in via di realizzazione. Quella dei dispositivi in grado di decollare e atterrare in verticale, magari senza pilota, ma a guida autonoma, è una tecnologia che già esiste e si sta affinando in vista dell'espansione futura di nuove modalità di trasporto sostenibili.

Nel nostro Paese farà il suo debuto a Milano, come stabilito dall'accordo stilato oggi tra Sea Milan Airports e Skyports per la realizzazione del primo vertiporto - un eliporto per veivoli a decollo verticale chiamati eVTOL - per taxi aerei. Secondo i progetti potrebbe diventare realtà già tra 5 anni ed entrare in funzione proprio in occasione delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina del 2026.

Gli eVTOL (electric Vertical Take-Off and Landing) sono considerati da molti come una delle soluzioni più concrete e sostenibili ai problemi di congestionamento che caratterizzano le grandi metropoli. All'ultimo CES General Motors ha mostrato un suo prototipo dotato di quattro rotori con motori elettrici in grado di arrivare fino a 90 km/h. Più che per la mobilità di massa però questi dispositivi si presentano come la scelta ideale per tragitti a corto/medio raggio - considerata l'automia ridotta - tra luoghi di grande interesse localizzati come aeroporti e punti centrali in città.

Iscriviti al Gruppo Facebook

Canale Telegram Offerte

Via: Fanpage

Commenta