Annunciato il nuovo Bird Three, il monopattino che fa dell'eco-sostenibilità il suo biglietto da visita

Annunciato il nuovo Bird Three, il monopattino che fa dell'eco-sostenibilità il suo biglietto da visita
Federica Papagni
Federica Papagni

La società specializzata nel settore dello sharing, Bird, ha presentato la sua nuova proposta eco-sostenibile: Bird Three, i cui hardware e software sono stati realizzati per garantire sicurezza e per ridurre le emissioni di carbonio nelle città.

Il mezzo è dotato di una batteria con capacità fino a 1 kWh, la quale richiede ricariche meno frequenti rispetto a qualsiasi altro monopattino in sharing oggi disponibile, combinata con il monitoraggio diagnostico in tempo reale che ottimizza automaticamente l'output per una sua durata prolungata. A garantire il tutto c'è anche la protezione IP68 sigillata ermeticamente, a prova di manomissione per tenerla al sicuro da polvere, acqua o furto.

Piccola nota su quest'ultimo aspetto: è integrato nel mezzo un software crittografato che protegge gli utenti e aiuta a scoraggiare i furti.

Continuando a descrivere le sue caratteristiche, il monopattino può contare anche su cavalletto antiribaltamento, che gli permette di poter stare in piedi su qualsiasi superficie e rende difficile, appunto, il ribaltamento, grazie ai suoi molteplici punti di contatto con il suolo. 

Per quanto riguarda gli pneumatici, il design brevettato assicura una guida morbida su tutte le superfici senza il rischio di forare o richiedere sistemi di sospensione complicati che possono essere soggetti a problemi di sicurezza.

Dal punto di vista della guida, è dotato di un acceleratore a doppio sensore, che fornisce sicurezza funzionale e assoluta precisione nel controllo della velocità attraverso due misurazioni indipendenti, e triplo sistema di frenata, costituito da doppi freni a mano indipendenti e l'unico freno di emergenza autonomo del settore. I sensori dei freni vengono inoltre calibrati in automatico per garantire precisione e sicurezza.

Grazie al telaio esteso, che lo rendono adatto a persone di ogni statura, ai manubri più larghi per un'impugnatura più facile e una migliore maneggevolezza, la sua gestione è molto intuitiva. Inoltre, anche dal punto della visibilità gli addetti ai lavori hanno prestato attenzione ai dettagli con il faro anteriore e luce freno a LED certificati K-Mark, che offrono il massimo anche di notte.

Infine, il sistema operativo di Bird consente aggiornamenti OTA, che quindi non richiedono l'intervento personale o in officina. In aggiunta, il Bird OS impone il rispetto rigoroso dei limiti di velocità, delle zone vietate alle corse e delle zone a velocità ridotta in città, oltre a un più accurato rilevamento dei marciapiedi.

Commenta