BMW lavora su un EV da quasi 1000 chilometri di autonomia

BMW lavora su un EV da quasi 1000 chilometri di autonomia
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

L'autonomia dei veicoli elettrici è una dei maggiori ostacoli alla transizione della mobilità dai motori a combustione, portando "l'ansia da ricarica" dagli smartphone sulle nostre strade. Le varie aziende stanno cercando soluzioni per affrontare il problema, sia studiando le batterie allo stato solido, che componenti alternativi per le batterie agli ioni di litio.

Canale Telegram Offerte

Our Next Energy (ONE), società in cui investe pesantemente BMW, è una di queste realtà. L'azienda americana tempo fa ha montato una delle sue batterie Gemini su una Tesla Model S, ottenendo 1200 km di autonomia e ora è al lavoro proprio con BMW per testare un nuovo prototipo su un SUV elettrico iX. La nuova soluzione, chiamata Gemini Dual-Chemistry, permette di ridurre l'impatto ambientale grazie a un minore uso di litio (-20%), grafite (-60%), nichel e cobalto.

La nuova batteria utilizza una chimica in due sezioni, con una parte del pacco batteria per l'erogazione di potenza (LiFePoc) e l'altra per l'accumulo di energia (LiMnO), e consente in teoria di ottenere quasi 1000 km (965) di autonomia. Per l'occasione, ONE e BMW hanno rilasciato un video teaser che mostra la tecnologia. Le due società prevedono di completare il veicolo di prova entro la fine dell'anno.

Via: Electrek
Mostra i commenti