Giro per gli Stati Uniti in e-bike a energia solare: l'impresa di Sushil Reddy

Giro per gli Stati Uniti in e-bike a energia solare: l'impresa di Sushil Reddy
Federica Papagni
Federica Papagni

Sushil Reddy non è nuovo di grandi viaggi a lunga distanza in sella di una bicicletta elettrica. Già nel 2016 ha stabilito il nuovo Guinness World Record per la sua attraversata dell'India, equivalente a 7.424 km percorsi. Ora è infatti impegnato in una nuova impresa in compagnia di una bicicletta elettrica a energia solare con la quale sta affrontato il giro degli Stati Uniti.

Questa sua fatica fa parte del progetto di sensibilizzazione SunPedal Ride, che lo stesso corridore ha avviato nello 2016. L'idea alla base è il desiderio di parlare di energia pulita e mobilità sostenibile attraverso viaggi di lunga durata intrapresi su veicoli a emissioni zero di diverso tipo. Ogni edizione di The SunPedal Ride è una nuova sfida che viene eseguita da un team e supportata da un gruppo di sponsor/partner per diffondere il messaggio tramite interazioni pubbliche.

Questa nuova corsa negli Stati Uniti sarà una delle più lunghe dell'iniziativa, durante la quale Sushil potrà contare anche su Luis Fourzan, attivista per l'energia sostenibile. Il North Carolina segna l'inizio della loro avventura, che è proseguita in altri stati della Nazione e che attualmente segna come posizione il Montana. Nelle prossime cinque o sei settimane la coppia continuerà a sud lungo la costa occidentale prima di svoltare a est e dirigersi attraverso il deserto sud-occidentale in rotta verso la destinazione finale: il Texas.

Parlando della bicicletta elettrica utilizzata, questa è stata convertita su misura ed è alimentata da due pannelli solari SunPower da 50 W per un totale di 100 W di fotovoltaico. Supponendo 70 W di potenza reale e otto ore di luce solare al giorno, il ciclista ogni dì dovrebbe essere capace di ricaricare una batteria normale da e-bike da 500 Wh. 

Questo viaggio si estende per 10.460 km e rappresenta una prova di come mezzi di trasporto simili, con il dovuto miglioramento della tecnologia, potrebbero rivelarsi strumenti utili per alternative di trasporto sostenibili, specialmente nelle aree in cui le tradizionali opzioni di ricarica della rete sono limitate.

Via: Electrek

Commenta