Incentivi auto elettriche e ibride 2022: partono oggi, ecco chi li può avere

Incentivi auto elettriche e ibride 2022: partono oggi, ecco chi li può avere
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Pochi giorni fa avevamo riportato la notizia del crollo (quasi meno 30% a marzo) del mercato delle auto a seguito del ritardo degli incentivi. Sembra che il governo fosse in ascolto perché proprio ieri il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato un dpcm che permette lo stanziamento di quasi due miliardi di euro in tre anni per l'acquisto di auto e moto elettriche, ibride e a basse emissioni.

La misura, proposta dal ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, prevede:

  • un contributo di 3.000 euro (più altri 2.000 se viene rottamata un auto di classe inferiore a Euro 5) per l'acquisto di auto elettriche (fascia di emissione 0-20 grammi di CO2 al chilometro) con prezzo fino a 35 mila euro più Iva (budget: 695 milioni di euro in tre anni).
  • un contributo di 2.000 euro (più altri 2.000 in caso di rottamazione di un veicolo di classe inferiore a Euro 5) per l'acquisto di veicoli ibridi plug-in (fascia di emissione 21-60 grammi di CO2 al chilometro) con prezzo fino a 45 mila euro più Iva (budget: 705 milioni di euro in tre anni)
  • un contributo di 2.000 euro (ma in questo caso solo con rottamazione di un'auto in una classe inferiore ad Euro 5) per le auto endotermiche a basse emissioni (fascia di emissione 61-135 grammi di CO2 al chilometro)con un prezzo fino a 35 mila euro più Iva (budget: 470 milioni di euro in tre anni).

Attenzione che nella terza categoria (basandosi sul limite della fascia di emissione) potrebbero rientrare anche alcune plug-in.

C'è poi anche una fascia di incentivi per motocicli e ciclomotori elettrici e ibridi. Il contributo è pari al 30% del prezzo di acquisto, con un massimo di 3.000 euro. La percentuale è del 40% se si rottama un veicolo equivalente con classe compresa fra Euro 0 e Euro 3

Gli incentivi sono concessi soltanto alle persone fisiche, mentre una piccola percentuale dei fondi è riservata alle società di car sharing per comprare veicoli elettrici, ibridi, plug-in. Poi il governo ha anche previsto contributi alle piccole e medie imprese ma solo per l'acquisto di veicoli commerciali nuovi elettrici con la rottamazione di un veicolo omologato in una classe inferiore ad Euro 4.

Entusiasti gli autori del decreto, con il viceministro Gilberto Pichetto che parla di una boccata di ossigeno a un settore già in crisi per la carenza dei semiconduttori (quasi -50% rispetto al 2017 per la sola Stellantis). 

I nuovi incentivi per l'acquisto di auto a basse emissioni sono in vigore dal 16 maggio 2022 per tutti i contratti stipulati da questa data in poi. Il sistema per l'inserimento della richiesta nei database sarà disponibile dal 25 maggio, ma come detto varrà anche per i contratti stipulati da oggi 16 maggio.

Aggiornamento 16 maggio

Abbiamo aggiornato l'articolo con informazioni per quanto riguarda l'inizio degli incentivi.

Mostra i commenti