Partita la produzione di Tesla Model Y nella Gigafactory in Texas, ma il Cybertruck si allontana

La produzione dell'atteso pick-up inizierà - si spera - nel 2023
Partita la produzione di Tesla Model Y nella Gigafactory in Texas, ma il Cybertruck si allontana
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Tesla aveva confermato l'inizio della produzione di Model Y nella sua nuova Gigafactory in Texas a fine 2021 e ora ha annunciato di essere al lavoro per la certificazione finale della nuova versione del SUV. La compagnia di Elon Musk sembra essere in corsa per il raggiungimento dei propri obbiettivi e la consegna delle prime vetture è prevista per la fine del primo trimestre 2022. Ancora nessun cliente ha annunciato di aver ricevuto un VIN dalla Tesla di Austin.

Nel proprio report sui ricavi dell'ultimo trimestre, in cui ha annunciato la produzione di Model Y in Texas, Tesla ha anche rilasciato diverse immagini della catena di montaggio. La più interessante mostra le innovazioni introdotte nelle nuove Model Y, in cui il pacco batterie consiste proprio nel pianale della carrozzeria, che Tesla usa per attaccarvi direttamente i sedili e semplificare così il processo di assemblaggio (foto sotto). Mentre Tesla non ha dichiarato che la nuova Model Y texana avrà 4680 celle nel pacchetto strutturale, ha indirettamente fatto la distinzione che il primo nuovo modello Y costruito alla Gigafactory di Berlino sarà caratterizzato da 2170 celle.

Cattive notizie, invece, per il Cybertruck. La compagnia di Elon Musk ha dichiarato che a causa degli ormai ubiquitari problemi nella catena di approvvigionamento, la produzione dell'attesissimo pick-up slitterà ulteriormente. Alla sua presentazione, nel 2019, Elon Musk aveva dichiarato che la produzione sarebbe iniziata a fine 2021, poi c'è stato un rinvio al 2022, che è stato spostato a fine anno nella Giugafactory in Texas. Evidentemente, l'urgenza di far partire la produzione delle Model Y (già rinviata) nella stessa fabbrica, ha fatto ritardare la produzione del pick-up. 

Ora Elun Musk ha dichiarato che nel 2022 Tesla non rilascerà nuove vetture, e che la produzione del Cybertruck è rinviata (si spera, secondo le parole dello stesso miliardario) al 2023. Forte delusione, quindi, proprio in un momento in cui si accavallavano le notizie sulla nuova vettura e si sperava di ottenere maggiori informazioni su specifiche e prezzi.

Mostra i commenti