Tesla Full Self Driving Beta 10.11: sta arrivando un corposo aggiornamento

Tesla Full Self Driving Beta 10.11: sta arrivando un corposo aggiornamento
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari

Per chi partecipasse al programma Full Self-Driving (FSD) Beta di Tesla (che è aperto solo negli Stati Uniti a utenti selezionati dall'azienda e attraverso un "punteggio del test di sicurezza"), è in arrivo un corposo aggiornamento, che porta la versione alla 10.11

Per chi non lo sapesse, il FSD è il software di Tesla che consente al veicolo di guidare autonomamente verso una destinazione inserita nel sistema di navigazione dell'auto, ma il conducente deve rimanere vigile e pronto a prendere il controllo in ogni momento, ed è per questo considerato un sistema di guida autonoma di livello due.

Ecco le note di rilascio:

  • Aggiornamento della modellazione della geometria delle corsie da raster densi ("bag of points") a un decoder autoregressivo che prevede e collega direttamente le corsie dello "spazio vettoriale" punto per punto utilizzando una rete neurale del trasformatore. Questo permette di prevedere le corsie di attraversamento, permette una post-elaborazione computazionalmente meno soggetta a errori e apre la strada alla previsione di molti altri segnali e delle loro relazioni congiuntamente e end-to-end. Utilizza previsioni più accurate su dove i veicoli stanno svoltando o si stanno unendo per ridurre i rallentamenti non necessari per i veicoli che non attraverseranno il nostro percorso.
  • Migliore comprensione del diritto di precedenza se la mappa è imprecisa o l'auto non può seguire la navigazione. In particolare, la modellazione delle estensioni di intersezione è ora interamente basata sulle previsioni di rete e non utilizza più l'euristica basata sulla mappa.
  • Migliorata la precisione dei rilevamenti VRU del 44,9%, riducendo drasticamente falsi positivi per pedoni e biciclette (soprattutto intorno alle cuciture di catrame, segni di slittamento e gocce di pioggia). Ciò è stato ottenuto aumentando la dimensione dei dati dell'etichettatrice automatica di nuova generazione, addestrando i parametri di rete che erano stati precedentemente congelati e modificando le funzioni di perdita di rete. Troviamo che questo riduce l'incidenza di falsi rallentamenti relativi a VRU.
  • Ridotto del 63,6% l'errore di velocità previsto di motocicli, scooter, sedie a rotelle e pedoni molto vicini. Per fare ciò, abbiamo introdotto un nuovo set di dati di interazioni VRU ad alta velocità antagoniste simulate. Questo aggiornamento migliora il controllo dell'autopilota intorno ai VRU in rapido movimento e inserimento.
  • Profilo di scorrimento migliorato con jerk maggiore all'inizio e alla fine dello scorrimento.
  • Controllo migliorato per gli ostacoli vicini prevedendo la distanza continua dalla geometria statica con la rete generale di ostacoli statici.
  • Riduzione del 17% del tasso di errore dell'attributo del veicolo "parcheggiato", ottenuto aumentando le dimensioni del set di dati del 14%. Migliorata anche la precisione della luce dei freni.
  • Miglioramento dell'errore di velocità dello scenario libero del 5% e dell'errore di velocità dello scenario autostradale del 10%, ottenuto ottimizzando la funzione di perdita mirata a migliorare le prestazioni in scenari difficili.
  • Rilevamento e controllo migliorati per le portiere delle auto aperte.
  • Migliorata la scorrevolezza in curva utilizzando un approccio basato sull'ottimizzazione per decidere quali linee stradali sono irrilevanti per il controllo dati l'accelerazione laterale e longitudinale e i limiti di jerk, nonché la cinematica del veicolo.
  • Migliorata la stabilità delle visualizzazioni FSD Ul ottimizzando del 15% la pipeline di trasferimento dati Ethernet.

L'amministratore delegato Elon Musk ha affermato che se questo aggiornamento dovesse funzionare bene, Tesla consentirà di far partecipare molte più persone al programma rispetto ai 60.000 attuali.

Via: Electrek
Mostra i commenti