Guidare e videogiocare non è una bella idea, nemmeno su una Tesla (aggiornato)

Tesla permette ai conducenti di giocare ai videogiochi con l'auto in movimento
Guidare e videogiocare non è una bella idea, nemmeno su una Tesla (aggiornato)
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Tutti i sistemi di infotainment prevedono dei limiti su ciò che il conducente può fare, soprattutto quando il veicolo è in movimento. Secondo quanto riportato dal The New York Times però, questa estate un aggiornamento software delle Tesla ha permesso ai loro conducenti di videogiocare anche durante la guida, il che solleva inevitabili problemi di sicurezza stradale.

The Verge ha successivamente confermato che Sky Force ReloadedSolitaire, e The Battle of Polytopia sono giocabili sul touchscreen centrale di una Tesla Model 3 in movimento. Una notifica chiede solo di confermare che chi sta giocando non sia effettivamente il guidatore, e da lì in poi il passeggero può giocare. Oppure il conducente, se decidesse di mentire alla sua stessa macchina.

Si potrebbe quindi obiettare che la responsabilità sia del conducente, e senz'altro lo è, ma questo non cambia il fatto che se non ci fossero distrazioni... non ci sarebbero distrazioni! E considerando quanto le moderne auto siano sempre più anche dei centri di intrattenimento, per la sicurezza di tutti, non solo del conducente di uno specifico veicolo, le regole devono essere chiare, universali e non aggirabili con un semplice aggiornamento software.

Aggiornamento 22/12/2021

Tesla è sotto indagine da parte della National Highway Traffic Safety Administration proprio a causa di quanto riportato sulla possibilità di giocare guidando: sono circa 580.000 i veicoli coinvolti.

Aggiornamento 24/12/2021

The Guardian riporta che Tesla rilascerà un aggiornamento per rimouvere del tutto la possibilità di giocare alla guida per il passaggero frontale. Non sappiamo quando di preciso arriverà l'update, ma visto il tam tam suscitato supponiamo che non ci vorrà molto.

Commenta