Buffy L’Ammazzavampiri tornerà in un reboot nuovo di zecca, e ad occuparsene c’è sempre Joss Whedon

Lorenzo Delli

Oltre alla carrellata di trailer che vi abbiamo proposto poco fa, il Comic-Con 2018 di San Diego si è offerto anche come palco per annunci di varia natura, tra qui quello di cui vi parliamo qui di seguito. A quanto pare tornerà sugli schermi televisivi niente meno che Buffy Summers, la celebre ammazzavampiri della serie TV scritta da Joss Whedon prodotta tra il 1997 e il 2003.

Ma non si tratterà di un seguito o di una “reunion” del cast per una serie di episodi, quanto più di un vero e proprio nuovo inizio, un reboot come si suol dire in “gergo tecnico“. Il reboot di Buffy The Vampire Slayer sarà realizzato da Fox 21 TV Studios, e il piano è quello di mandarlo in onda sia sulla TV via cavo che tramite servizi di streaming online. Ad occuparsi della serie tornerà anche lo stesso Joss Whedon, nei panni di produttore esecutivo della serie, affiancato nuovamente dai vecchi produttori esecutivi della serie originale. A bordo ci sarà anche Monica Owusu-Breen, contemporaneamente showrunner, autrice e produttore esecutivo. Come dite? Non sapete di chi si tratta? Negli anni si è occupata “solo” di serie quali Alias, Lost, Fringe e Agents of Shield.

LEGGI ANCHE: Gundam diventerà un film in live-action!

Secondo quanto riportato da Deadline, il reboot sarà ovviamente indirizzato ad una audience più moderna, con un look rivisitato anche per quanto riguarda la mitologia della serie TV originale. La cacciatrice potrebbe essere interpretata da un’attrice afro-americana, ma ancora Fox non ha confermato nulla a riguardo.

Perché darsi così da fare per il reboot di una serie? Perché Buffy all’epoca, quando doveva ancora scoppiare la “bolla” delle serie TV, teneva testa a show ben più blasonati, ed è attualmente paragonata a serie quali Star Trek e The X-Files. C’è bisogno di dire altro?