Gli Spietati, la ri-edizione in 4K del grande classico firmato Eastwood (recensione Blu-ray 4K)

Lorenzo Delli

Piano piano i Blu-ray nel nuovo formato 4K Ultra HD con supporto all’HDR stanno prendendo sempre più piede, non solo tra le nuove produzioni (come ad esempio Kong: Skull Island), ma anche tra film di qualche decennio fa che hanno contribuito alla storia del cinema. Gli Spietati ne è l’esempio più calzante. Warner Bros. Home Video ha infatti lanciato proprio di recente una versione dello storico film diretto e interpretato da quel mostro sacro di Clint Eastwood proprio in Blu-ray 4K Ultra HD, una edizione quindi restaurata in altissima definizione che dà il meglio di sé su televisori di nuova generazione, grazie anche al supporto all’HDR che contribuisce ad esaltare i colori della pellicola.

Prima di procedere con i dettagli di questa edizione, un po’ di introduzione per chi non conoscesse la pellicola. Vincitore di ben 4 premi oscar, tra cui Miglior Regia e Miglior Attore Protagonista proprio a Clint Eastwood, Gli Spietati viene descritto come un western realistico e cinico. È il terzo western nella storia del cinema ad aver vinto un Oscar (prima di lui I pionieri del West nel 1931 e Balla coi lupi nel 1990) e, pensate un po’, è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

LEGGI ANCHE: La prima stagione di Westworld in DVD e Blu-ray dal 6 dicembre

La trama non è così semplice da descrivere, anche perché mette in ballo un bel po’ di personaggi tra cui appunto William Munny, interpretato da Eastwood, e Ned Logan, interpretato da un altro mostro sacro, Morgan Freeman. Munny in passato era un fuorilegge piuttosto spietato, e a fianco di Logan tornerà in azione per riscuotere un’ultima taglia. Ovviamente la situazione è ben più complessa di così: l’ambientazione è quella tipica dei western, ma i temi trattati non sono affatto banali.

Confezione

La confezione di questa edizione de Gli Spietati si presenta protetta da un cartoncino esterno che ricalca interamente grafica e contenuti della classica scatola in plastica dove sono riposti i dischi. All’interno della scatola con la classica costola nera dei dischi 4K Ultra HD, troviamo ad accoglierci due dischi, il Blu-ray classico e quello 4K compatibile appunto con gli appositi lettori e televisori. Anche in questo caso quindi con un singolo acquisto vi portate a casa più copie, il che lo rende una scelta obbligata anche per i collezionisti non ancora passati al 4K ma che presto si adatteranno. Peccato per l’assenza della copia digitale a cui Warner Bros. ci ha ultimamente abituato.

Contenuti Speciali

Come di consueto passiamo ai contenuti speciali, il vero piatto forte delle edizioni Blu-ray. Anche questa versione, nonostante si tratti di un film degli anni ’90, include alcuni interessantissimi contenuti speciali. Il più meritevole è sicuramente Eastwood on Eastwood, un documentario di più di un’ora su un personaggio del cinema statunitense, regista e attore per la precisione, che ha lasciato il segno (e che continua a farlo) nel mondo del cinema. Il documentario è sottotitolato in italiano e narrato in lingua originale dall’attore John Cusack. Vale la pena guardarlo non solo in relazione a Gli Spietati, ma anche alla vita di Eastwood.

Tra i contenuti speciali c’è, pensate un po, un episodio della serie TV anni ’50 Maverick, in cui non a caso compare anche un giovanissimo Clint Eastwood. Attenzione: trattandosi di materiale appunto degli anni ’90 (o addirittura anni ’50), in questo caso è assente la stessa qualità video che invece caratterizza la pellicola.

  • Commento del biografo di Eastwood, Richard Schickel
  • Eastwood on Eastwood
  • All on Accounta Pullin’ a Trigger
  • Eastwood & Co.: Making Unforgiven
  • Eastwood… A Star
  • Episodio di Maverick: Duel at Sundown
  • Trailer

Qualità audio/video e caratteristiche

Il lavoro di restauro, o meglio, di conversione in formato ad altissima definizione, è praticamente impeccabile. Si può notare come di consueto un po’ più di effetto “grana della pellicola” nelle scene al buio, ma quelle in diurna mettono in risalto i colori (grazie anche all’HDR) e tutta la qualità di questa edizione. Anche la versione Blu-ray classica se la cava alla grande.

Gli Spietati in 4K cade invece sul versante audio, riservando alla lingua italiana il solito Dolby Digital 2.0 di qualità inferiore all’audio DTS-HD disponibile solo nella lingua madre della pellicola. Anche i sottotitoli sono disponibili solo nella versione per non udenti.

  • Durata: 132 minuti ca.
  • Video: 2160p Ultra High Definition 16×9 2.4:1 (4K Ultra HD Blu-ray) | 1080p 16×9 2.4:1 (Blu-ray)
  • Lingue: DTS-HD Master Audio: Inglese 5.1. Dolby Digital 2.0: Italiano, Tedesco, Spagnolo, Francese, Russo, Ungherese. Mono: Polacco, Ceco (4K Ultra HD Blu-ray) |DTS-HD Master Audio: Inglese 5.1. Dolby Digital 2.0: Italiano, Francese, Tedesco, Ungherese, Polacco, Turco, Spagnolo, Ceco
  • Sottotitoli: Francese, Norvegese, Spagnolo, Svedese, Arabo, Cinese, Ceco, Greco, Ebraico, Ungherese, Coreano, Polacco, Romeno, Portoghese, Russo, Turco, Danese, Olandese, Finlandese. Non udenti: Italiano, Inglese, Tedesco. (4K Ultra HD Blu-ray) | Francese, Spagnolo, Portoghese, Olandese, Russo, Svedese, Finlandese, Ungherese, Greco, Ebraico, Romeno, Polacco, Norvegese, Coreano, Tailandese, Turco, Arabo, Ceco, Danese, Cinese. Non udenti: Italiano, Inglese, Tedesco. (Blu-ray)

Gli Spietati – Foto dal Film